Arrestato a Scafati il boss della droga Mennetta

Era ricercato da circa un anno, ma gli agenti della Squadra Mobile di Napoli, in collaborazione con il Servizio centrale operativo della Polizia di Stato (Sco), lo hanno sorpreso in una villetta, dotata di telecamere nei pressi di Scafati, nel Salernitano. Finisce cosi la lunga latitanza di Antonio Mennetta 28 anni, detto “Er Nino”, considerato il  leader del gruppo camorristico Vanella – Grassi che opera a nord di Napoli.  Secondo quanto raccontato dai pentiti agli investigatori,  proprio lui avrebbe scatenato la cosiddetta guerra nell’area nord della periferia della città per il controllo dello spaccio di droga.

Mennetta era ricercato per omicidio ed associazione a delinquere dallo scorso settembre ed era uno degli obiettivi del gruppo di lavoro, costituitosi all’indomani dell’uccisione del giovane Pasquale Romano, ucciso per sbaglio da un gruppo di camorristi.  Al momento dell’irruzione degli agenti, il boss si trovava nella villa  in compagnia con  due persone con precedenti penali, la cui posizione è ora al vaglio degli inquirenti. Con questo ennesimo colpo inferto alla malavita, restano ora soltanto due le persone ricercate per la nota “ faida” di Scampia che, in pochi mesi, causò venti omicidi.

4 gennaio 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook