Napoli: studenti e lavoratori in strada contro la crisi italiana ed europea

Anche a Napoli, come in molte altre città europee, studenti, lavoratori, pensionati hanno partecipato alla giornata europea di mobilitazione indetta dalla Ces (Confederazione europea dei sindacati). Alla giornata di protesta internazionale, come è noto, ha aderito la Cgil con uno sciopero di 4 ore per tutte le categorie e l’astensione per l’intera giornata dei lavoratori del Pubblico Impiego. Punto d’incontro dei manifestanti è stata piazza del Gesù, dove ha parlato l’esponente del sindacato Cgil, Elena Lattuada e sindacalisti di Portogallo e Francia, uniti a Federico Libertino e Franco Tavella, rispettivamente segretari generali Cgil di Napoli e Campania.

La giornata di protesta ha comunque visto protagonisti soprattutto gli studenti delle scuole napoletane che, dopo aver avuto momenti caldi di discussione con il sindacato in Piazza del Gesù, hanno sfilato numerosi in corteo per le strade del centro cittadino, contro i tagli alla scuola decisi dal Governo, paralizzando la città, percorrendo “Corso Meridionale” fino a giungere alla Stazione centrale, dove sono stati occupati per circa mezz’ora i binari 12 e 13 con bandiere e qualche striscione, senza però creare nessun incidente.

L.R.

14 novembre 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook