Incendio distrugge storica pizzeria “Sorbillo”nel centro storico di Napoli

Potrebbe essere un guasto elettrico la causa dell’incendio verificatosi la scorsa notte, intorno all 3,00 nella storica pizzeria “Sorbillo” in via Tribunali, nella centro antico di Napoli. Le fiamme, in pochi minuti dal primo piano hanno raggiunto il piano superiore, annerendo i muri e distruggendo molte foto storiche dei proprietari del locale. Immediato l’intervento dei vigili del fuoco che hanno lavorato con grande celerità fin quasi le 5,00 per spegnere le fiamme. Amareggiato, logicamente il proprietario, Gino Sorbillo: ” Io non mi arrendo.

Costruirò il ristorante più bello di prima.” Queste sono le sue prime parole pronunciate ai giornalisti. Gino è una persona molto stimata nel quartiere ed anche nota per il suo impegno nel sociale Sulle cause precise dell’incendio il questore di Napoli, Luigi Merolla non si sbilancia anche perchè attende risultati precisi dalle indagini avviate dalla polizia scientifica. Scossi e logicamente dispiaciuti dell’ accaduto anche molti esponenti politici della città, in particolare il sindaco De Magistris, il quale ha espresso il suo appoggio a Sorbillo, dandogli il consenso, qualora il titolare lo volesse, di esporre i suoi tavoli, in via provvisoria, in prossimità della piazza,  per dare un segnale attivo e costruttivo all’attività su tutto il territorio. L’assessore al Commercio del Comune di Napoli, Marco Esposito, ha definito questo gesto un grave attacco, mentre il Commissario regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli ha invitato il questore ad indagare a fondo sulle cause di questo episodio che, secondo lui, potrebbe essere stato studiato e ordinato dalla criminalità organizzata.

G.R.

27 aprile 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook