Organizzavano festini a base di sesso: l’agenzia gestita da un’operaia della Fiat

La “Divina Agency” di Lavello (Pz), è stata oggetto di un operazione anti-prostituzione condotta dai carabinieri della compagnia di Venosa (Pz). Specializzati nell’organizzazione di addii al celibato, fornivano prestazioni “extra” a pagamento. Coinvolte ragazze di Puglia, Basilicata, Calabria e Campania. Al centro della vicenda due operai della Fiat di Melfi, lui 38enne e lei 39enne,la donna titolare dell’agenzia, si faceva aiutare da una giovane donna dell’est.

Organizzavano e promozionavano attraverso il loro sito web spettacoli di streaptease, con un “dopo party” molto “hot”. I clienti venivano immortalati in foto e dvd a sfondo sessuale. Si indaga per capire se i clienti, quasi tutti di giovane età e novelli sposini, visto il “settore” in cui l’agenzia operava, erano consapevoli di essere ripresi o se quelle immagini servivano per ricattarli. All’interno dell’agenzia sono stati al momento sequestrati un computer portatile con materiale pornografico, i dvd con gli incontri durante gli addii al celibato, schede telefoniche e numerosi bancomat.  Le segnalazioni di strani incontri giravano in paese già da Luglio, non si esclude la “soffiata” da parte di qualche fidanzata gelosa. Gli indagati sono accusati di associazione a delinquere finalizzata al reclutamento, induzione, favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.

Emidio Carlomagno

26 gennaio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook