Inceneritore Fenice: entro 35 giorni si svolgeranno i controlli

Finalmente la società francese Edf, ha accolto le richieste di Regione, provincia e comuni per avviare una serie di accertamenti nella zona del termovalorizzatore Fenice. Nella giornata di Venerdi 20 Gennaio 2012 è fissato un incontro tecnico tra azienda ed enti locali per stabilire gli interventi e fare il punto della situazione.

Entro poco più di un mese, saranno attivate prove di laboratorio i cui risultati saranno resi pubblici ogni 3 mesi. L’impianto Fenice, nel comune di Melfi (Pz) è entrato in funzione nell’ottobre del 2000, con la gestione Fiat. L’autorizzazione della Provincia di Potenza, con scadenza a Dicembre 2012, permette a Fenice di trattare 65.000 tonnellate di rifiuti all’anno, di cui 35.000 in rifiuti industriali pericolosi e 30.000 in rifiuti urbani ed assimilabili. Il caso del Termovalorizzatore di Melfi era stato sollevato nei mesi scorsi dal Comitato per il diritto alla Salute di Lavello. Dal mondo ambientalista era arrivata anche la richiesta di modifiche all’art 242 del Testo unico per l’ambiente, il comma 10 del decreto che disciplina le operazioni di bonifica e di messa in sicurezza di siti con elevato impatto ambientale.

Emidio Carlomagno

19 gennaio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook