Redazione Cultura
Redazione Cultura

Biografia

Articoli

@condizioneassange: l’arte social ai tempi del Covid-19

«Una mostra che apre per restare chiusa», così viene presentata sul sito di Palazzo delle Esposizioni la personale di Miltos Manetas, composta da quaranta ritratti di Julian Assange, realizzati nel periodo della pandemia. La mostra, ospitata nella Sala Fontana, rimarrà inaccessibile al pubblico anche dopo la riapertura dei musei, ma verrà documentata in dettaglio attraverso il profilo Instagram @condizioneassange, creato…
Commenti

Germano e il “Metodo Celant”. In ricordo di un Maestro

«Se ho capito qualcosa della vita lo devo al biliardo» dichiarava in un’intervista di appena tre anni fa su Repubblica. Lo ricordiamo oggi, a due settimane dalla scomparsa, come uno dei più grandi critici d’arte del contemporaneo, colui che ha reso ricca l’arte povera e che ha coniato, senza forse saperlo, un nuovo metodo per approcciarvi. Gli Anni Sessanta e gli…
Commenti

La network society: è l’algoritmo, bellezza!

Gli algoritmi stanno diventando sempre più importanti: tutte le principali piattaforme si basano su algoritmi. Per esempio, quando Amazon ci suggerisce altri libri che potrebbero essere di nostro interesse, oltre a quello che intendiamo acquistare, sta usando un algoritmo, e così Facebook nel mostrarci i post dei nostri amici. In quella che Castells definisce “età dell’informazione”, i processi industriali sono…
Commenti

“Verba volant”: la metamorfosi della lingua italiana dal passato al presente

L’Italiano è una lingua neolatina, cioè derivata dal latino volgare parlato in Italia nell’antichità romana, profondamente mutata nel corso del tempo. Per effetto della globalizzazione iniziata nel secolo scorso, ma intensificatasi negli ultimi decenni, si è assistito all’introduzione di nuovi vocaboli, inglesismi principalmente, che vengono usati al passo con le mode e con i social network. La nostra lingua è viva ed…
Commenti

Social network: la forza dei legami deboli

Scriveva Vincenzo Comodo nel 2013 che “i social network si sono auto installati nella storia dell’umanità. Hanno creato una connessione con ogni spazio e tempo relazionale dell’uomo, conquistando, così, i luoghi e i momenti della socializzazione, e, in senso più ampio, della comunicazione. Sarà impossibile disinstallare i loro driver antropologici dal nostro sistema sociale, essendo un fenomeno irreversibile. Fenomeno che,…
Commenti