Diana Daneluz
Diana Daneluz

Biografia

Lo ammettiamo, per elaborare questa biografia siamo entrati momentaneamente in crisi. Diana è una donna eclettica, tanto carica di passioni, che nel lavoro si sono declinate in diverse esperienze nell’ambito della comunicazione, quanto di curiosità. Dunque eccoci qui a fare una complicatissima cernita di ciò che ama essere e fare Diana Daneluz. La sua è una vita in bilico tra Simenon e Pannunzio, tra Roma ed il Friuli, tra una una vogata a destra e l’altra a sinistra, essendo pure canottiera. Sarà per questo suo estro funambolico che la frase che più la rappresenta è di Philippe Petit, l’artista francese che negli anni ’70 camminò su un filo sospeso nel vuoto a collegare le Torri Gemelle: «Sarebbe bello ricordare alle persone, partendo dai bambini nelle scuole, che se vogliono godersi la vita, devono renderla così come la desiderano, inventando il proprio destino ogni giorno». E Diana fa davvero ciò che ama: cioè scrivere, occuparsi di comunicazione e creare relazioni collaudate, sempre al servizio del gioco di squadra. 
Insomma, inventa il suo destino ogni giorno. E nel suo destino ora c’è la squadra di g2r.

Articoli

Volontariato: con la Fondazione la storia di Antea continua… nel segno della qualità della vita, fino all’ultimo.

Antea non nasce oggi. Nasce come Associazione Antea (www.antea.net) il 12 novembre del 1987, dall’impegno di un piccolo gruppo di personale volontario – medico, infermieristico e di supporto – con l’assistenza ai suoi primi ventuno pazienti giudicati inguaribili e con l’obiettivo di offrire loro qualità di vita, fino all’ultimo. Da allora ha continuato a crescere, per garantire assistenza gratuita ad…
Commenti

Mademoiselle Coco. Tante passioni, grandi amori. Il più grande, quello per uno stile che si rivelerà senza tempo

Accade ieri. La ricorrenza è quella dei 50 anni dalla scomparsa di Gabrielle Bonheur Chanel, per tutti Coco Chanel, avvenuta a Parigi il 10 gennaio 1971. Nata povera il 19 agosto 1983 a Saumur, in un ostello, abbandonata nell’orfanotrofio di Aubazine delle suore della congregazione del Sacro Cuore con le sue due sorelle dal padre Henri-Albert Chanel, cagionevole di salute…
Commenti

Pasticcio Scuola. Si riapre, sì ma non tutti, poi dall’11 e poi a metà… E dilaga la protesta per una gestione migliorabile

Sciopero! Il Comitato Priorità alla Scuola ha indetto per il 7 e l’8 gennaio (e per la giornata dell’11 gennaio è invece lo sciopero indetto dai licei romani) una mobilitazione per chiedere l’apertura di tutte le scuole in presenza e in sicurezza, e sono tanti gli istituti scolastici ad aderire, in diciannove città italiane, con presidi e lezioni in DAD.…
Commenti

Una giornata di ordinaria follia

Scriveva Sergio Fabbrini su Formiche di Dicembre di una vittoria a metà, quella di Joe Biden, “che avrebbe lasciato un Paese altrettanto spaccato a metà su base identitaria – due idee di America, un’America tradizionalista e bianca e un’America multi-culturale e multi-color – e lasciato il governo americano stesso, dopo la ratifica delle elezioni, nel rischio di rimanere diviso”. Vedremo.…
Commenti

Happening Cult sale sulla nave ed entra nel network del progetto culturale della “Rotta di Enea”

La “Rotta di Enea” è un progetto culturale ambizioso e coinvolgente, attualmente al vaglio del Consiglio d’Europa per il suo riconoscimento come nuovo itinerario archeologico nei Paesi europei e del bacino Mediterraneo, ripercorrendo la rotta d’Enea: il mito narrato nell’Eneide diventa così veicolo di diffusa condivisione del Patrimonio Culturale Mediterraneo, di cui Roma antica fu erede e che diffuse in…
Commenti