Alessia Lambazzi
Alessia Lambazzi

Biografia

Articoli

George Floyd. Morire in otto minuti e cinquantatré secondi

Quando un essere umano perde la vita non esiste alcuna forma di ristoro che possa ricomporre quella perdita. L’unico vero rimedio, l’unica consolazione sarebbe poter tornare indietro e impedire che accada. Una volta avvenuto l’irreparabile, però, se penso a un gesto che possa in minima parte rendere giustizia a chi non ha voce perché ha smesso di essere parte di…
Commenti

Omofobia e transfobia. Storia della depatologizzazione: i malati immaginari della società

Il 17 maggio si è celebrata la Giornata Internazionale contro l’omofobia, la bifobia, la lesbofobia e la transfobia. In questa data, esattamente trent’anni fa, l’omosessualità veniva rimossa dal DSM, il manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali. Nel 2019 è stata eliminata dall’elenco anche la transessualità, ma l’Oms ha deciso di non rimuoverla dalla Classificazione Internazionale delle Malattie (ICD) dedicandole…
Commenti

Carcere. Il nuovo decreto legge in materia di scarcerazioni è l’occasione per accumulare consensi

E’ stato approvato sabato, durante il Consiglio dei Ministri presieduto da Giuseppe Conte, il decreto legge presentato su proposta di Alfonso Bonafede che precisa le condizioni in merito alla scarcerazione di persone detenute per reati legati alla criminalità organizzata di stampo mafioso, terroristico o connessi al traffico di stupefacenti. Il decreto, accolto positivamente dalla maggioranza al governo, ha fatto seguito…
Commenti

Coronavirus. Gli abitanti delle baraccopoli romane cercano di sopravvivere all’emergenza

«Io resto a casa? No. Tu resti a casa. Io resto nel campo. Sta qui tutta la differenza!». A pronunciare questa frase è un abitante della baraccopoli di via di Salone, situata nella periferia est della Capitale. E sono queste parole, disarmanti nella loro crudezza, a collocarci nella realtà: a Roma, nel ventunesimo secolo e nel bel mezzo di una…
Commenti

41bis e differimento della pena. Dibattito tra falsi miti e cultura del sospetto

Dopo le rivolte di marzo, si accendono nuovamente i riflettori sul carcere. Questa volta la pietra dello scandalo è la scarcerazione di Francesco Bonura, boss detenuto in regime di 41bis, trasferito agli arresti domiciliari a seguito di un provvedimento del Tribunale di Sorveglianza di Milano. Una parte del Paese ha gridato allo scandalo paventando l’uscita in massa dal carcere di…
Commenti
Pagina 1 di 212