Alessandra Amato è la nuova Étoile di Roma

Alessandra Amato è la nuova Étoile di Roma
Alessandra Amato, Etoile del Teatro dell'Opera di Roma

Nel firmamento della danza italiana si è accesa una nuova Stella. Ieri sera, Alessandra Amato è stata nominata Étoile del Teatro dell’Opera di Roma. La nomina giunge a sorpresa davanti a un pubblico che applaude caloroso, al termine della rappresentazione del “Lago dei cigni” di Christopher Wheeldon di cui era la protagonista principale, quando sul palco salgono la direttrice del Corpo di Ballo, Eleonora Abbagnato, e il Sovrintendente Carlo Fuortes, che motiva il prestigioso riconoscimento come il: “coronamento di una carriera di grande successo e come traguardo di un lavoro straordinario che le ha consentito un padronanza tecnica interpretativa e artistica straordinaria. Una nomina che rafforza – spiega il Sovrintendente – la centralità del ballo nell’articolato sistema del Teatro dell’Opera di Roma.”

Alessandra contattata dalla redazione di 2duerighe, ci racconta cosa rappresenta per lei questo riconoscimento, facendo trapelare tutta l’emozione che sta vivendo: “Per me è stata una nomina totalmente inaspettata! Forse nutrivo questo desiderio nel profondo, ma non l’avevo realizzato finchè non è realmente accaduto. Adesso vedo valorizzato e riconosciuto il lavoro di una vita e vedo crescere ancora di più la mia passione. Allo stesso tempo sento una maggiore responsabilità per il futuro della mia carriera: cercherò di mantenere le aspettative di chi ha creduto in me, mi ha sostenuta e premiata.“

 Dunque un premio che non è un punto di arrivo, ma uno stimolo a proseguire una carriera ad alti livelli; un riconoscimento che giunge in un anno straordinario. Da pochi mesi, infatti, la Amato ha anche coronato il suo sogno d’amore, sposando il Fisico Fabio Sciarrino, come lei napoletano di nascita.

La carriera e i premi

La sua carriera inizia proprio in quel di Napoli, dove si diploma alla Scuola di Ballo del Teatro San Carlo, diretto da Anna Razzi. Nel 2001 entra a far parte del Corpo di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma sotto la direzione artistica di Carla Fracci. La Fracci riconosce subito il talento di Alessandra affidandole ruoli solistici e in breve tempo da prima ballerina.

Eleganza e passione contraddistinguono questa artista, in grado di interpretare i maggiori balletti del repertorio classico, neo-classico e contemporaneo, musa ispiratrice di diversi coreografi che hanno creato ruoli appositamente per lei.

L’elenco dei premi vinti dalla Amato è notevole:  nel 2011 riceve il Premio Internazionale Ginestra d’Oro per la  danza e il Premio Anita Bucchi per l’eccellenza nell’arte della danza come migliore interprete femminile dell’anno. Nel 2013 riceve il Premio Albatros come eccellenza femminile dell’anno. Sempre nel 2013 a seguito della rappresentazione “Il lago dei cigni” viene nominata in scena Prima Ballerina del Teatro dell’Opera di Roma. E proprio l’interpretazione del celebre balletto le è stata nuovamente propizia, ieri, per arrivare al conferimento dell’ambita nomina ad Étoile, ma siamo certi che questa artista non smetterà di stupirci.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook