La Casa del Grande Fratello apre al pubblico per la prima volta

La Casa del Grande Fratello apre al pubblico per la prima volta

confessionaleDa nove giorni si sono spente le luci sulla casa più spiata d’Italia, da cinque invece si è aperta la famigerata porta rossa che permette a tutti gli appassionati e ai tanti curiosi di poter visitare l’abitazione più famosa della tv per la prima volta dopo tredici edizioni.

Dal 31 maggio, e fino al 22 giugno, è possibile effettuare un tour nella casa collocata all’interno di Cinecittà, 12 euro il prezzo del biglietto che comprende anche la visita alla mostra cinematografica.

In diverse giornate ci saranno alcuni dei partecipanti del Grande Fratello, il vincitore del reality, Mirco Petrilli, il contadino di Lariano, farà gli onori di casa il 9 giugno.

Nella giornata di oggi l’ospite era la romana Greta Maisto, gentile e disponibile si è intrattenuta con le decine di persone che hanno affollato l’abitazione a partire dalle ore 13. Concepita su un solo piano la casa si sviluppa su 600 mq ai quali si devono aggiungere i 150 mq del giardino composto da veranda, piscina e sauna. Proprio la casa era stata distrutta nel dicembre scorso da un incendio che aveva di conseguenza costretto a posticipare l’inizio del programma, ricostruita completamente è stata progettata e architettata da Emanuela “Trixie” Zitkowsky.

Spaziosa, colorata, arredata in maniera essenziale e soprattutto senza più telecamere, si ha comunque la sensazione di essere in un luogo molto più piccolo rispetto a quello visto in televisione durante il reality. L’area che catalizza l’attenzione dei visitatori rimane inevitabilmente quella del confessionale, preso d’assalto per foto e scatti in compagnia.

Dopo un inizio non esaltante, anche in questa edizione il Grande Fratello ha comunque ottenuto un buon riscontro con una media di 4 milioni di telespettatori ogni lunedì sera; un programma che continua a fare discutere e a dividere l’opinione pubblica, anche se il casting riaperto per il GF14 e le tante visite alla casa in questi giorni, sembrano dare ragione ancora alla Endemol.

Matteo Ciofi
4 giugno 2014

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook