Italiane dipendenti dal cellulare: il 29% lo guarda anche durante il sesso

Italiane dipendenti dal cellulare: il 29% lo guarda anche durante il sesso

cellulariLe donne e il cellulare sono una cosa sola. A rivelarlo è una sondaggio condotto sul world wide web (esattamente su  Alfemminile.com), secondo il quale le italiane hanno sempre tra le mani un telefonino e, addirittura, il 29% di esse lo controlla anche nei momenti di intimità. Sono ben quattro italiane su dieci ad ammettere di essere dipendenti dallo smartphone.

La ricerca, che è stata realizzata in collaborazione con eBay, ha indagato il rapporto di tremila donne con i dispositivi mobili. Secondo i risultati del sondaggio, condotto in Italia, Francia, Germania, Regno Unito, Belgio, Spagna e Portogallo, il 73% delle italiane possiede un solo smartphone e il 13% ne ha più di uno. Meno gettonati, invece, sono i tablet: li troviamo solo nella borsa del 35% delle ragazze.
Dato che fa riflettere molto, data la crisi economica, è quello che ci rivela che il 12% delle donne cambia telefonino almeno ogni anno (15% in Europa), il 21% aspetta 18 mesi mentre il 67% lo sostituisce solo se rotto o smarrito (47% in Europa). Sul fronte dell’attaccamento però, le donne del Belpaese superano la media europea: l’83% dichiara di esserne dipendente (81% in Europa), anche se una su tre riconosce che è una fonte di stress e impedisce di staccare dal lavoro. Il 23% non resiste lontano dal telefono per più di un’ora (14% in Europa), un altro 23% lo controlla ogni mezz’ora (18% in Europa) e il 14% almeno ogni cinque minuti (9% in Europa).
Risulta che le ragazze dell’Italia sono anche le meno propense a mettere al bando lo smartphone. Purtroppo le italiane ammettono di guardare il cellulare anche in momenti in cui tradizionalmente ci si concentra in modo particolare: solo il 46% del campione si vieta di consultarlo durante un appuntamento romantico (53% in Europa), e il 51% in un incontro di lavoro (65% in Europa). C’è poi quel 29% che non rinuncia nemmeno nel bel mezzo di un rapporto amoroso, dodici punti in più rispetto all’Europa, in cui il campione si ferma al 17%. È proprio il caso di dire che la tecnologia ci sta rubando il tempo e noi, per quieto vivere, vi diamo un piccolo consiglio: provate a staccarvi dal vostro cellulare per qualche ora, rimanete con voi stessi o dedicate il vostro tempo alle vostre passioni. Siamo sicuri che, seguendo il nostro suggerimento, apprezzereste quei piccoli piaceri della “vera” vita (e non quella virtuale), che potrebbero regalarvi un sorriso in più.

Sonia Carrera
23 maggio 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook