Intervista a Lorenza Di Sepio, autrice di Simple&Madama

Intervista a Lorenza Di Sepio, autrice di Simple&Madama

In occasione di Etna Comics 2019, abbiamo avuto il piacere di scambiare quattro chiacchiere con Lorenza Di Sepio, fumettista, animatrice, character design e storyboard artist. Dopo alcune esperienze nel campo dell’animazione, anche per la Rai, si è fatta conoscere al mondo social come disegnatrice con le storie di “Simple&Madama”, edite prima da Shockdom e poi dalla Magic Press Edizioni, un progetto che le ha permesso di conquistare il cuore di tantissimi fan, raccontando con ironia le disavventure di una coppia alle prese con i piccoli drammi quotidiani. Inoltre, per Tunuè ha appena pubblicato “Daisy” in collaborazione con Marco Barretta. Ecco la nostra intervista…

Com’è nata Lorenza Di Sepio come fumettista?

“Lorenza di Sepio come fumettista è nata all’improvviso. Da autodidatta, dopo la maturità ho fatto la Scuola Internazionale di Comics e Animazione, lavorando quasi 10 anni nel mondo dell’animazione, facendo serie tv per ragazzi. Mi sono trovata poi con Simple&Madama inaspettatamente a fare vignette per puro scherzo, per prendere in giro il fidanzato e gli amici, per poi ritrovarmi catapultata in questo bellissimo mondo con un’esplosione tra le mani. Io amo disegnare, vorrei solo disegnare, per cui ho continuato lungo questo percorso, contenta della risposta dei fan.”

simple e madamaLe vignette di Simple&Madama raccontano esperienze personali della tua vita?

“Le prime sì, nascevano dall’esigenza di prendere in giro me e i miei amici. Quelle successive invece scaturiscono proprio dall’intento di raccontare qualcosa, dai luoghi comuni alle vicende della vita intorno a noi. Faccio spesso l’esempio delle vignette sull’abbronzatura, nate un giorno in cui ho visto in piscina una ragazza abbracciata al fidanzato che nuotava. Da lì ho pensato ‘questo ragazzo tornerà a casa con l’abbronzatura con la forma della fidanzata’, quindi ho cominciato a immaginare tutte le tipologie ipotetiche di abbronzatura e ho dato vita alla vignetta. Pertanto sì, molte si ispirano alla mia vita personale, altre invece no, scaturiscono dalla realtà che mi circonda.”

C’è un fumettista al quale ti ispiri maggiormente?

“In realtà no, perché ho letto pochi fumetti, sto cominciando solo adesso ad appassionarmi di più, prima mi dedicavo principalmente all’animazione. Ho letto molti manga, che forse apparentemente c’entrano ben poco con Simple&Madama, come Ken il guerriero e I cavalieri dello zodiaco. Ho metabolizzato poi il tutto e sono nati i miei fumetti.”

Cosa ci dici invece dell’esperienza di Daisy?

Daisy è nata dall’esigenza di disegnare qualcosa di diverso, perché ovviamente Simple&Madama mi assorbe tutti i giorni tutto il giorno, per cui ho deciso di provare a dedicarmi anche ad altro, per mettermi in gioco e alla prova, dimostrando ai fan che posso fare anche tante altre cose. Ho cominciato quindi a pubblicare sul mio account Instagram una serie di vignette incentrate su qualcosa di diverso e ho notato che questo piaceva ai miei fan, che apprezzavano quindi anche Daisy e non solo Simple&Madama.”

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook