Teramo: sono senza CIGS da 10 mesi, operaie si incatenano per protesta

“Siamo disperati!!” Questa la scritta emblematica sugli striscioni predisposti in occasione della protesta delle ex-dipendenti di un’azienda di Sant’Omero.
25 operaie della Fashionable, azienda con sede in Villa Ricci di Sant’Omero (Provincia di Teramo), stamane si sono incatenate davanti al palazzo della Direzione Provinciale del lavoro, in via Franchi – ciò che rivendicano è la liquidazione del trattamento di CIGS, che attendono ormai da ben 10 mesi. Non è la prima manifestazione posta in essere dalle operaie da quando l’azienda per la quale lavoravano ha cessato la propria attività, peraltro non erogando alle proprie dipendenti nemmeno gli stipendi relativi agli ultimi mesi di attività prima della chiusura.

Risposte non sempre positive quelle ottenute – il rappresentante Cisl, Giampiero Daniele, ricevuto dalla direttrice dell’ispettorato del lavoro, ha riferito che “stanno lavorando sulla pratica. Ma sui tempi, nessun accenno”
Il sit-in di protesta si è poi spostato sotto il Palazzo della Provincia, sito in Via Milli, per poi proseguire in corteo fin sotto la Prefettura, in Corso San Giorgio. Nel Palazzo della Provincia il presidente Valter Catarra e il vice presidente Renato Rasicci si mostrano disponibili a ricevere i rappresentanti sindacali – in merito all’incontro il segretario provinciale Cisl, Antonio Liberati, riferisce:” La Provincia si è impegnata a parlare con l’Ispettorato per accelerare l’iter. Per colpa della burocrazia, anche questo sarà un Natale senza soldi. E questo non è accettabile”.

di Patrizia Tarli

15 novembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook