Una partenza col botto a Nemi, per il Campionato Italiano Cross Country

Una partenza col botto a Nemi, per il Campionato Italiano Cross Country

tricolorixco-2013-NEMIIeri Nemi si è svegliata sotto un cielo tricolore per la sua prima giornata del Campionato Italiano Cross Country 2013, riservata alle categorie amatoriali, e che ha fatto registrare un’autentica invasione di ruote grasse. Oltre 350 gli atleti, divisi in 10 categorie, che si sono misurati su un circuito di 5250 metri con un primo giro di 6100 metri pensato per favorire lo scorrimento del gruppone.
Le aspettative per la rassegna tricolore organizzata da Il Biciclo Team New Limits e dall’A.S.D. erano alte ma sono andate al di là di ogni rosea previsione. Ora c’è grande attesa per la seconda giornata dedicata agli agonisti.
Oltre all’interesse proprio della manifestazione sportiva, con tutte le belle emozioni che reagala agli appassionati, il valore aggiunto  è costituto dalla suggestiva cornice dei Castelli Romani, ricca di storia e con un patrimonio culturale, paesaggistico ed enogastronomico tra i più apprezzati dell’intera penisola.
Nella categoria Elite Sport affermazione per Maximilian Vieider (Zanolini Bike), già Campione Italiano XCO Junior nel 2010. Il biker bolzanese raccoglie così l’eredità di Marco Cellini. Per il secondo posto volata emozionante con Federico Rizza che mette la sua ruota davanti a quella di Vito Buono.
Nella Master 1 Fabio Zampese (Bike Pro Action), Campione del Mondo in carica, detta legge e si porta a casa la maglia tricolore, che aveva già vestito nel 2010 quando gareggiava ancora nella Elite Sport.
Nella categoria Master 2 avvincente il duello tra due grandissimi del Cross Country come Mirco Balducci (Galluzzi Acqua & Sapone) e Massimo Folcarelli. Un’incertezza del campione laziale negli ultimissimi chilometri spiana la strada al “Cannibale” del Team Galluzzi Acqua & Sapone, che al traguardo mostra con le mani il numero ‘6’, come i titoli italiani consecutivi conquistati. Balducci, l’anno scorso Campione Italiano XCO nella Master 1, fa dunque centro anche al primo anno da M2.
La Master 3 è dominata da Luca Botticini (Bi&Esse Infotre), che ha avuto in pugno la gara sin dai primissimi chilometri. Per lui, che era campione uscente, si tratta di una riconferma.
Nella categoria Master 4 exploit di Carlo Manfredi Zaglio (Team Bike Gussago), già 3 volte Campione del Mondo e 3 volte Campione Europeo di specialità. Per l’atleta bresciano è il quarto titolo italiano Cross Country.

Nella Master 5 vince Massimo Berlusconi (Ecodyger Cyp) che, dopo essere stato per gran parte della gara secondo alle spalle del battistrada Claudio Zanoletti, nel finale ha trovato lo spunto decisivo.

Nella Master 6 trionfa Francesco Ferrari (Lugagnano Off Road), che bissa così il successo ottenuto nel Campionato Italiano dello scorso anno. Insieme a Roberto Viviani ha condotto le danze nei primi due giri per poi trovare l’assolo decisivo negli ultimi chilometri.

Nella Master Sport Women arrivo in solitaria per Mara Fumagalli (Spreafico Velo Plus), che è transitata sul traguardo con un margine di due minuti e mezzo dall’inseguitrice Nina Gulino.

La categoria Master Women 1 ha visto protagonista Maria Adele Tuia (Centro Italia Bike Montanini), prima al traguardo nonostante le poche gare di Cross Country messe nelle gambe fino a questo punto della stagione.

Nella Master Women 2 sono addirittura 6 i minuti di vantaggio che Samira Todone (Caprivesi) ha accumulato sulla seconda in graduatoria, Angela Perboni.

Per gli agonisti la giornata di sabato è stata utile per studiare ancora una volta il percorso e definire le strategie di gara in vista delle batterie di domenica.
DOMENICA 21 LUGLIO 2013
ore 9.15 ingresso in griglia, partenza ore 9.30 uomini juniores (4 giri)
ore 11.15 ingresso in griglia, partenza ore 11.30 élite donne (5 giri), ore 11.32 under 23 donne (4 giri), ore 11.34 donne juniores
ore 13.15 ingresso in griglia, partenza ore 13.30 uomini under 23 (5 giri)
ore 15.15 ingresso in griglia, partenza ore 15.30 uomini élite (6 giri)

Redazione sportiva
21 luglio 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook