40 anni di rock e impegno sociale, Piero Pelù a Sanremo

 40 anni di rock e impegno sociale, Piero Pelù a Sanremo

Oltre a Morgan, e in parte ad Achille Lauro – quest’ultimo specialmente per l’attitudine – a rappresentare il rock sul palco dell’Ariston ci penserà un veterano come Piero Pelù. 

Il  frontman dei Litfiba quest’anno festeggia 40 anni di prolifica carriera musicale iniziata nel 1980 con la storica formazione assieme all’inseparabile Ghigo Renzulli. 

E se è vero che i numeri tondi meritano grandi eventi, ecco che Pelù debutterà a Sanremo dopo essere comparso per un paio di ospitate in precedenti edizioni. 

Arrangiato e prodotto dallo stesso Pelù assieme ad una certezza come Luca Chiaravalli, il brano in gara s’intitola “Gigante”. La canzone è stata elegantemente definita una cavalcata rock ed elettronica legata al tema della nascita e della ri-nascita come quella che affrontano i ragazzi e le ragazze dei carceri minorili.

Oltre al brano in gara, nella serata speciale di giovedì 6 febbraio, pensata per celebrare i 70 anni del Festival, la voce di “Vivere il mio tempo” interpreterà “Cuore Matto”, il celebre brano presentato al Festival nel 1967 da Little Tony e Mario Zelinotti.

Il 21 febbraio seguirà inoltre la pubblicazione di Pugili Fragili, il ventesimo album di Pelù considerando l’esperienza nei Litfiba e quella come solista. 

Gli impegni sanremesi non impediranno al cantante di manifestare il suo impegno per la causa ambientalista, la stessa ispiratrice del suo ultimo brano “Picnic all’inferno”. 

Mercoledì 5 febbraio alle ore 11.00 presso la spiaggia di Bussana l’artista invita tutti a partecipare al progetto Clean beach tour per ripulire la spiaggia dai rifiuti al fine di «sottrarre più veleni possibili al nostro ambiente e quindi a noi stessi» ha affermato il cantante. L’evento è stato pensato in collaborazione con Legambiente e il comune di Sanremo che a sua volta ha invitato tutte le scuole del distretto.

L’impegno sociale non è una novità nella carriera di Pelù che spesso in passato ha associato l’attività di musicista a scopi benefici facendosi promotore di valori quali inclusione sociale e pacifismo. Citiamo il sostenendo  all’ONG italiana Ucodep in Repubblica Dominicana e la fondazione del Progetto Sierra Leone in collaborazione con Emergency durante la guerra civile. 

Proprio nel 2001 Pelù partecipò come ospite al Festival approfittandone per lanciare un appello contro l’uso delle mine anti uomo.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook