Recensione del film ESP – fenomeni paranormali

di Francesco Losito

Tutti gli appassionati di film horror girati in stile amatoriale o per meglio dire in stile falso documentario, sull’esempio di Rec (2007), Paranormal activity (2009) e sicuramente del capostipite della serie The Blair witch Project (1999), non potranno perdersi assolutamente il nuovo film diretto dai registi The Vicious Brothers, ESP – fenomeni paranormali (Grave Encounters).

Film girato a basso budget come i suoi predecessori,  racconta di una troupe televisiva  formata da cinque persone che decide di girare uno speciale televisivo all’interno di un istituto ormai in disuso che in passato ospitava persone insane di mente e che si pensa possa essere infestato da fantasmi.

Il motivo che li spinge a passare una notte all’interno di questo edificio è per loro ritenuto burloso, scherzoso nei confronti del pubblico; infatti sono convinti che tutto ciò che di soprannaturale si dice avvenga di notte in quel posto siano soltanto voci fasulle.
Per questo hanno deciso di utilizzare nel loro servizio delle false testimonianze e qualche trucchetto  
per far credere di aver realizzato uno scoop televisivo.
Ma quello che non sanno è che la struttura è realmente infestata da forze malvagie e soprannaturali che scateneranno tutta la loro forza verso i cinque malcapitati, i quali saranno costretti a vivere un terribile incubo ad  occhi aperti.
I fratelli Vicious sono solo l’ultimo esempio di un nuovo tipo di cinema in cui si pensa di girare un film a basso costo e che si spera possa ottenere incassi milionari e magari diventare un film di culto;
The Blair Witch Project ,gia citato prima, non ha fatto altro che lanciare quest’idea,  questa esca:
girare un film con pochi mezzi, riprese amatoriali, attori sconosciuti,storie di fantasmi e misteri e, cosa fondamentale, la  suggestione da parte del pubblico.

Genere: Horror, Thriller
Durata: 92 minuti

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook