Lindsay Lohan suona braccialetto elettronico ma è falso allarme

Questa volta è un falso allarme, per fortuna. L’attrice ventiquattrenne americana, Lindsay Lohan, arrestata lo scorso 23 aprile per il furto di una collana del valore di 2.500 dollari in una gioielleria Venice Beach a Los Angeles, questa volta è innocente. Già si pensava all’ennesima imprudenza quando il braccialetto elettronico che tiene alla caviglia ha iniziato a suonare. L’apparecchio elettronico infatti dovrebbe suonare solo se la giovane, agli arresti domiciliari, tentasse di uscire senza permesso dalla sua lussuosa residenza.

L’allarme ha fatto scattare gli agenti della polizia locale che si sono recati a casa dell’attrice per controllare, trovandola paciosamente seduta sul suo comodo divano a studiare i copioni per i prossimi lavori cinematografici. Gli addetti hanno riscontrato infatti un malfunzionamento nell’apparecchio elettronico: una perdita di segnale, un semplice calo di tensione che però già aveva fatto pensare all’ennesima bravata. Gli agenti hanno provveduto immediatamente alla sostituzione con un apparecchio nuovo già il giorno seguente.
La condanna della Lohan sta per terminare, speriamo che questa volta abbia messo la testa a posto.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook