Recensione del film: The Tree of Life

di Francesco Losito

Fonte articolo: Ventonuovo

Film in concorso al 64° Festival di Cannes, The tree of life è uscito nelle sale il 18 maggio 2011 posticipando di quasi due anni l’uscita prevista nei cinema  per via delle manie di perfezionismo
del regista.
La regia è firmata da Terrene Malick, qui al suo quinto lungometraggio dopo La rabbia giovane (1973), I giorni del cielo (1978),  La sottile linea rossa (1998) e The new world – Il nuovo mondo (2005).

Del cast fanno parte Brad Pitt,  nel ruolo del signor O’Brien, il padre di Jack;  Sean Penn che interpreta il protagonista Jack e Fiona Shaw ,gia vista nei film Dorian Gray (2009) e i vari Harry Potter.
La fotografia del film è di Emmanuel Lubezki, direttore della fotografia messicano, il quale ha lavorato per film come Il profumo del mosto selvatico (1995), Vi presento Joe Black (1998), Il mistero di Sleepy Hollow (1999) ,ecc.
La colonna sonora invece è curata dal compositore francese Alexandre Desplat, nominato per quattro volte agli Oscar per i film The Queen (2007), Il curioso caso di Benjamin Button (2009),
Fantastic Mr. Fox (2010) e Il discorso del Re (2011).
Trama:
La storia si sviluppa intorno ad una famiglia del Midwest negli anni cinquanta e al percorso esistenziale del figlio maggiore Jack (da adulto interpretato da Sean Penn), dalla sua pura e genuina infanzia alla deludente realtà dell’età adulta in cui tenta di riconciliarsi con suo padre, con cui ha avuto un rapporto conflittuale.
Jack vive la sua esistenza come un’anima smarrita nel mondo, che vaga alla ricerca di risposte sul significato della vita.

Genere: Drammatico
Durata: 138 minuti

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook