Milinkovic-Immobile, alla Lazio il derby d’andata

Milinkovic-Immobile, alla Lazio il derby d’andata

Dopo quasi 4 anni la Lazio torna a vincere un derby. I biancocelesti superano per 2-0 la Roma nell’andata delle semifinali di Coppa Italia grazie alle reti di Milinkovic-Savic e Immobile. Una Lazio perfetta, negli uomini e in ogni reparto. Inzaghi la incarta tatticamente a Spalletti e vince il suo primo derby sulla panchina della Lazio dei grandi: la scelta di schierarsi a 3 sembrava avventata, ancor di più la scelta di Basta e Lukaku sugli esterni con Anderson. Invece Inzaghino ha azzeccato tutto, ha impostato la partita in ripartenza e nelle ripartenze i suoi sono stati letali, subendo pochissimo, quasi nulla. La Roma, che sembrava la squadra più in palla del campionato, paga i tanti – e importanti – impegni ravvicinati, a Spalletti si può imputare la scelta di Paredes al posto di De Rossi, con l’argentino completamente in balia della fisicità e della frescehzza di Milinkovic e Parolo.

MILINKOCRAZIA – Lazio rimodellata, s’è detto. Difesa a tre con gli innesti di Wallace e Bastos. A centrocampo Basta e Lukaku sugli esterni, in regia ritorna Biglia. Milinkovic sganciato sulla trequarti al fianco di Felipe Anderson. Nella Roma, spazio ad Alisson tra i pali. In mediana Paredes avvicenda De Rossi che parte dalla panchina e torna titolare Emerson. Giallorossi subito pericolosi con Dzeko: tiro deviato in angolo. La squadra di Spalletti prova a pressare la Lazio, che si fa notare con una iniziativa di Parolo liberata in angolo. Insiste la Roma: Strakosha pronto su un’incornata di Fazio. La formazione di Inzaghi sguscia nelle ripartenze: al 21’ Alisson si allunga per sventare un colpo di testa angolato di Milinkovic. Gara intensa e affascinante. Al 25’ bella azione della Lazio in velocità: lancio lungo di Bastos, pregevole colpo di tacco di Milinkovic per Immobile che calcia dalla distanza, Alisson vola per deviare. Lazio in crescendo: pallonetto di Immobile fuori bersaglio. E al 29’ Felipe Anderson tiene in campo un pallone che sembrava destinato sul fondo, dalla sinistra lo smista al centro per la zampata di Milinkovic: Lazio in vantaggio. Sesto gol stagionale per il serbo: il secondo in Coppa Italia. Dzeko tenta la rimonta immediata: incornata alta. Biancocelesti su di giri e scatenati nelle incursioni offensive, giallorossi con qualche pausa, ma Dzeko si avventa su ogni pallone. Parolo ammonito per un fallo su Nainggolan: era diffidato, salterà la gara di ritorno.

Ciro il Grande – Nella ripresa, la Roma parte con l’intenzione di cambiare passo. Lazio sempre molto attenta e reattiva. Senza sorte un tiro da fuori di Paredes, mentre Alisson trema su un bolide di Anderson di poco a lato. L’accoppiata Anderson-Immobile tiene costantemente in ansia la difesa della Roma: al 14’ una loro combinazione innesca Parolo che esplode una staffilata che va fuori. Replica subito Salah: palo esterno. Emozioni in serie. Ritmi di nuovo elevatissimi. Al 18’ Spalletti inserisce Perotti al posto di Paredes: arretra Nainggolan. Inzaghi risponde con l’ingresso di Keita che rileva un applauditissimo Anderson. Al 23’ annullato un gol di Immobile per fuorigioco dello stesso attaccante. Secondo cambio nella Roma: El Shaarawy sostituisce Salah. Cartellino giallo per Rüdiger che ha spintonato Immobile. La Roma fa fatica ad andare in profondità: Peres deve calciare da fuori. Ammonito anche Strakosha. I giallorossi accelerano, ma al 33’ Keita scova il varco giusto dalla destra per servire un pallone d’oro all’accorrente Immobile che insacca proprio sotto la curva Nord. Raddoppio della Lazio con sedicesimo gol del suo goleador a segno per la seconda volta in questa stagione di Coppa. Il giusto premio per una gara pazzesca, giocata con intensità e una generosità pazzesca. Inzaghi fa subito un’altra sostituzione: Crecco sostituisce Lukaku. Strakoska respinge d’istinto su Emerson, Spalletti ricorre a Totti che subentra a Peres. Standing ovation per Milinkovic rilevato da Murgia. Ammonito anche Biglia. Vano l’assalto finale della Roma. La Lazio di Inzaghi è un castello invalicabile che si gode tutta la gioia di un derby finalmente dominato.

Meritano 2duerighe

Il migliore – Immobile. Corre come un matto per 90′, fa a sportellate con i difensori giallorossi e riesce a metterli in difficoltà pure quando non riceve supporto. Chiude la partita con il gol più importante della sua avventura romana, strameritato.

Il peggiore – Manolas. Immobile lo mette sempre in difficoltà: palla a terra, in velocità, il greco lo soffre per tutta la partita. Poi Keita lo umilia in occasione del raddoppio biancoceleste.

Tabellino

LAZIO-ROMA 2-0
(primo tempo 1-0)
MARCATORI: Milinkovic al 29′ p.t.; Immobile al 33′ s.t.
LAZIO (3-5-2): Strakosha; Bastos, De Vrij, Wallace; Basta, Parolo, Biglia, Milinkovic (dal 46′ s.t. Murgia), Lukaku (dal 35′ s.t. Crecco); Felipe Anderson (dal 22′ s.t. Keita), Immobile. (Adamonis, Vargic, Hoedt, Spizzichino, Luis Alberto, Mohamed, Djordjevic, Lombardi). All. Inzaghi.
ROMA (3-4-2-1): Alisson; Manolas, Fazio, Rüdiger; Bruno Peres (dal 41′ s.t. Totti), Paredes (dal 18′ s.t. Perotti), Strootman, Emerson Palmieri; Salah (dal 24′ s.t. El Shaarawy), Nainggolan; Dzeko. (Szczesny, Lobont, Vermaelen, Juan Jesus, Mario Rui, Gerson, De Rossi, Grenier). All. Spalletti.
ARBITRO: Irrati di Pistoia.
NOTE: ammoniti Parolo (L), Rüdiger (R), Biglia (L) per gioco scorretto, Strakosha (L) per comportamento non regolamentare.
Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook