Basket NBA: Boston parte malissimo, sconfitta ed infortunio di Hayward

Basket NBA: Boston parte malissimo, sconfitta ed infortunio di Hayward

I Boston Celtics cominciano la stagione con una sconfitta in trasferta e con la perdita di Gordon Hayward a causa di un grave infortunio.

Il nuovo corso dei Boston Celtics parte nel peggior modo possibile. Sconfitta in trasferta alla Quicken Loans Arena, ex casa della nuova stella del TD Garden Kyrie Irving, contro i Cleveland Cavaliers per 102-99. Non è però la partita di ritardo dalla vetta che pesa in casa Celtics quanto la perdita dell’ altro nuovo arrivato Gordon Hayward. Al quinto minuto del primo quarto infatti, a seguito di uno scontro di gioco, la gamba di Hayward si è letteralmente spezzata in due materializzando i peggiori incubi di Stevens ed Ainge. La scena è stata molto pesante tanto da far calare il gelo in tutta l’arena. Alcuni giocatori hanno preferito distogliere lo sguardo dalla gamba malconcia del ragazzo che coach Stevens aveva allenato a Butler.

I medici si sono subito precipitati ad immobilizzare la gamba del giocatore non in grado di continuare a camminare, figurarsi di continuare la gara. Hayward ha quindi abbandonato il campo da gioco in barella e con un tutore tra gli applausi dei tifosi che hanno subito capito quanto fosse grave l’infortunio.

Dopo lo shock dell’infortunio Boston è stata dominata dai CAVS per tutto il primo tempo per poi riprendere animo nel secondo. La tenacia ed il gioco dei “verdi” non è stato però sufficiente a contenere LeBron James che con 29 punti, 16 rimbalzi e 9 assist ha indicato la via della vittoria ai suoi Cavaliers.

Tantissimi ed immediati i messaggi d’affetto nei confronti dell’ ex Utah Jazz. Tra i primi proprio Paul George che anni fa aveva subito un infortunio simile. George è rimasto fuori dai campi per lungo tempo proprio a causa della frattura della tibia, peraltro in un momento floridissimo per la sua carriera. La prima diagnosi comunicata dallo staff dei Boston Celtics recita “frattura della caviglia sinistra”, si teme però anche un coinvolgimento della tibia.

Che sfortuna per Boston

Una sfortuna veramente nera per i Boston Celtics. Da anni infatti la squadra del Massachusetts ha impostato la ricostruzione che aveva raggiunto un ottimo stato con l’arrivo di Horford e l’esplosione di Thomas. Un ulteriore passo avanti è poi stato fatto in questa stagione, lo scambio che ha portato Kyrie Irving e poi la firma di Gordon Hayward. I due dovevano essere le pietre angolari del nuovo “celtics pride”.

In pochi secondi di regular season però tutto il lavoro di Danny Ainge è sfumato. Dal grande entusiasmo attorno alla squadra i Celtics si ritrovano con molti dubbi e la certezza di aver fatto un passo indietro. I vari Smart, Brown e Rozier saranno chiamati ad una stagione di livello, saranno in grado di non far sentire la mancanza di Hayward?

Molto della stagione dei Celtics passerà anche dalle sapienti mani di coach Stevens. Il giovane allenatore dovrà rimaneggiare equilibri e rotazioni per sopperire all’assenza di un grande giocatore e per far continuare a sognare l’ambiziosa città di Boston.

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook