BASKET NBA: PLAYOFFS, CELTICS – KNICKS, GARA 1 A NEW YORK, IL CELTICS PRIDE NON BASTA

BASKET NBA: PLAYOFFS, CELTICS – KNICKS, GARA 1 A NEW YORK, IL CELTICS PRIDE NON BASTA

basketPer tutti gli appassionati di basket è ufficialmente cominciato il momento più bello dell’anno, i playoff Nba. Le danze sono state aperte da: i Boston Celtics e dai New York Knicks, luogo del delitto, la casa degli ultimi citati, il Madison Square Garden, ovviamente con il solito Spike Lee in primissima fila. Agonismo nell’aria ed in campo, gara non spettacolare, tolta l’inchiodata di Jr Smith ma veramente molto sentita e combattuta. Carmelo Anthony fa subito capire il suo approccio alla partita mettendo 10pti nei primi 5 minuti di gara, chiuderà con 36 pti, segnando praticamente come e quando vuole; sponda Celtics non manca la risposta, che in questa occasione ha portato il nome di Jeff Green( 26 pti) , Paul Pierce ( 19pti) e Bradley(15pti), quest’ultimo dimostra molti attributi non tirandosi mai indietro sul tiro e orchestrando senza sbavature i suoi Celtics, tutto questo in una partita tutt’altro che facile e soprattutto con il peso sulle spalle di dover sostituire un grande assente come Rondo. Gara tirata fino all’inizio del quarto periodo di gioco dove la difesa di New York, fino a quel momento decisamente poca cosa nella propria metà campo, comincia a recuperare palloni, complice anche un black out offensivo di Boston, e dona quel poco di margine che regala la vittoria ai padroni di casa per 78 – 85. Boston ci mette tutto il Celtics pride di cui dispone ma la franchigia allenata da Rivers paga una serata con un Jason Terry che non timbra neanche il cartellino chiudendo con 0 punti a referto e con l’attacco che si blocca nel momento cruciale della partita.

Tommaso Mencherini

21 aprile 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook