BASKET NBA: KOBE STRINGE I DENTI, HEAT VERSO LA STORIA, BENE GLI ITALIANI

Dopo tante chicchiere e pronostici alla fine Bryant gioca un quarto contro i Pacers, ebbene si, Kobe stringe i denti, segna 0 punti ( lo zero si era visto solo nella sua prima apparizione Nba) , ma da l’energia giusta ai Lakers per vincere contro Indiana. E’ bello vedere come una campione del genere riesca a superare con la forza di volontà un brutto infortunio solo per dare manforte ai compagni, senza fare confronti diciamo solo: non è da tutti.

Notte turbolenta quella Nba, soprattutto sponda Miami dove i Big Three fanno un combinato di 76 punti su 107 di squadra, gli uomini di Spolestra battendo Milwakee, probabile sfidante al primo turno di play-off, si attestano cosi a 21 vittorie consecutive rincorrendo il record degli Houston Rockets 2007-2008 ( 22 vittorie). Houston Rockets che contro i Timberwolves di Rubio riescono a rimontare 20 punti di ritardo grazie ad un James Harden superlativo che mette a referto 37 punti e ad un Jeremy Lin da 24 punti, entrambi i giocatori hanno registrato 8 assistenze a testa. Brutta serata per Minnesota che dopo aver perso Pekovic ha ricevuto in settimana la notizia dello slittamento del rientro di Love. Bene Gallinari e Belinelli, mettendo a segno 15 e 13 punti 2 dei 3 italiani oltreoceano aiutano le rispettive franchigie a raggiungere la vittoria.

Di seguito tutti i risultati della giornata Nba:
Dallas Mavericks – Cleveland Cavaliers 98 – 86
Toronto Raptors – Charlotte Bobcats 92 – 78
Washington Wizards – New Orleans Hornets 96 – 87
Atlanta Hawks – Phoenix Suns 107 – 94
Houston Rockets – Minnesota Timberwolves 108 – 100
Oklahoma City Thunder – Orland Magin 117 – 104
Milwakee Bucks – Miami Heat 94 – 107
Indiana Pacers – Los Angeles Lakers 93 – 99
Chicago Bulls – Golden State Warriors 113 – 95
Memphis Grizzlies – Denver Nuggets 80 – 87

Tommaso Mencherini

16 marzo 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook