Basket, EA7 Olimpia Milano: i numeri dello scudetto

Basket, EA7 Olimpia Milano: i numeri dello scudetto

27° scudetto! 27° trionfo per la squadra più titolata d’Italia. L’Olimpia Milano si riscatta dalla passata, deludente stagione centrando l’accoppiata Campionato-Coppa Italia. Si tratta dell’ottavo scudetto vinto nell’era dei playoffs e del secondo titolo degli ultimi anni, dopo quello del 2013/14. Un’impresa che vale per l’Olimpia il quinto “doppio” della sua storia dopo quelli del 1972, 1986, 1987 e 1996. Per l’Olimpia diventano 273 le partite di playoff giocate nella sua storia. Il bilancio è positivo: 159 vittorie e 114 sconfitte. Nelle finali i numeri sono di 66 partite giocate, 30 vinte e 36 perse.

 “Dieci mesi fa eravamo qui e il nostro obiettivo era riportare lo scudetto a Milano. Ce l’abbiamo fatta”, ha detto nel corso della festa al Lido Alessandro Gentile, diventato il terzo realizzatore dei playoff nella storia dell’Olimpia con 810 punti, dietro Mike D’Antoni (1078) e Roberto Premier (1074). Proprio lui, il Capitano dei campioni d’Italia, il cui futuro, però, appare sempre più lontano dalla città milanese: “Per il mio futuro non è ancora deciso nulla. Abbiamo tempo per parlarne, fino ad ora ho pensato solo a vincere questo scudetto dopo un anno difficile con tanti infortuni”.

Per il numero 5 dell’Olimpia si tratta del secondo titolo consecutivo, come coach Repesa, che aveva già vinto lo scudetto nella stagione 2004/5 con la Fortitudo Bologna, e Rakim Sanders, dopo quello vinto l’anno scorso con la maglia di Sassari proprio contro Reggio Emilia.

Proprio il cestista statunitense è stato votato come MVP delle finali, con una media punti della serie di 13.8 punti a partita e 14.5 l valutazione media. Con 83 punti complessivi in sei gare, Sanders è stato il capocannoniere della serie.

Repesa, invece, con questa vittoria è diventato il quarto allenatore della storia per numero di vittorie nei playoffs, con 56. L’allenatore croato ha superato Dan Peterson, fermo a 55.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook