Basket, finale scudetto: Reggio Emilia batte 81-72 l’Olimpia e riapre la serie

Basket, finale scudetto: Reggio Emilia batte 81-72 l’Olimpia e riapre la serie

Lo scudetto non è ancora nelle mani di Milano. In gara-3 della finale playoff Reggio Emilia ferma l’EA7 al PalaBigi, confermando la sua infallibilità sul parquet amico. La squadra di Menetti sfodera una prestazione maiuscola, caratterizzata da intensità e personalità, e trova la vittoria che riapre la serie.

Repesa schiera il grande ex Cinciarini nel quintetto iniziale e il cestista italiano ripaga la fiducia con un inizio di gara di grande esplosività. L’Olimpia comincia a comandare il gioco, ma la tenacia della Grissin Bon non consente alle “Scarpette rosse” di allungare. Reggio Emilia si riassesta e, trascinata dai lituani Lavrinovic e Kaukenas, piazza un parziale di 10-0 che la porta avanti per la prima volta a circa 30 secondi dalla fine del primo quarto, chiuso poi sul punteggio di 22-18.

La partita prosegue a intermittenza: Silins conduce di prepotenza la Reggiana sul +7 (29-22) e, dopo un primo ritorno di Milano (29-27), sul finire del periodo allunga sul +10.

Al ritorno in campo Milano si rigetta in avanti con aggressività. Simon guida la rimonta dell’EA7, capace di portarsi per due volte a -3 (50-47 e 52-49). Reggio commette troppi falli (4 di Veremeenko, 3 per Lavrinovic, Silins e Kaukenas) e rischia di vedersi superare dalla squadra milanese. Della Valle, però, veste i panni dell’uomo della provvidenza e con le sue giocate riporta la squadra di casa sul +7 (58-51).

Nell’ultimo quarto la Grissin Bon riesce nella fuga, portandosi a +11 (62-51) grazie al canestro di Polonara e ai liberi di Silins. Dopo un vano tentativo di rifarsi sotto, Milano, a cavallo tra il terzo e il quinto minuto di gioco, decide di alzare bandiera bianca. La Reggiana cala un parziale di 13-0, grazie soprattutto alle due triple di Needham. La Grissin Bon allunga sul +19, prima di subire un parziale ritorno dell’Olimpia, che si riporta a -8. Ma ormai per la squadra di Repesa è troppo tardi. Finisce 81-72.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook