PLAYOFF NBA: 2-0 Cleveland e record, Hawks demoliti

PLAYOFF NBA: 2-0 Cleveland e record, Hawks demoliti

Gara 2 tra Cavaliers e Hawks si chiude con il risultato di 123 – 98 ed uno storico record che impreziosisce ancora di più la grandiosa prestazione dei Cavs.

La sfida delle Semifinali di conference della Eastern che vede opposte le franchigie di Clevland ed Atlanta continua ad essere un dominio da parte dei cavalieri guidati da “re” LeBron James.

Il risultato della seconda gara della serie lascia infatti ben poco spazio alla speculazione. I 25 punti di scarto sono un chiaro messaggio, alla Quicken Loans Arena non sembra esserci partita contro i padroni di casa.

Gli Hawks vengono surclassati da una Cleveland semplicemente troppo forte tra le mura amiche. Per i ragazzi di Budenholzer non rimane che alzare gli scudi malconci contro le frecce che piovono sotto forma di tiri da tre punti. 25 triple segnate dai Cavs in 48 minuti , record per una partita NBA  sia di Playoff sia di regular season ( battuto il precedente record che contava 21 triple per i Golden State Warriors ).

La vera grandinata arriva però nei primi 24 minuti per Atlanta, quando compare il numero 18 alla voce ” tiri da tre a segno” accanto al nove Cavaliers , altro record infranto. E dire che i falchi non erano partiti male, per nulla. A guidare l’attacco un Jeff Teague, deciso a lavare l’onta della sconfitta di Gara 1, che attacca ripetutamente Irving, anello debole della difesa dei Cavaliers.

Ma ben presto il piccolo parziale di vantaggio conquistato  evapora sotto i colpi delle penetrazioni di James ( 27 pti, 5 ast). LeBron infatti arriva al ferro con facilità, e quando non conclude in prima persona genera ottimi tiri per i compagni, scaricando sui tiratori. A beneficiare degli assist di James sono specialmente Smith (23 pti) e Kevin Love, che a gara in corso rimette in piedi uno 0/4 iniziale (11pti, 13 rim). Nonostante il rapido contro parziale il primo quarto si chiude con un 20-35 per LeBron e compagni. Merito soprattutto del finale di quarto in cui Cleveland si impone con un parziale di 14-0 che annichilisce la speranza di rimonta Hawks chiudendo una partita teoricamente ancora tutta da giocare.

smith
Jr Smith, autore di una terrificante prestazione dal perimetro per i suoi Cavs

Gli ospiti tirano i remi in barca già dal secondo quarto. Crivellati dalle triple che sembrano non poter finire in altro posto se non dentro il canestro. Alla fine della seconda frazione gli Hawks sembrano quasi soggiogati dal dispotismo che i ragazzi di Lue esercitano sul perimetro. Decisioni veloci e canestri che sotterrano sempre più il già precario morale della squadra della Georgia. Il tabellone a fine secondo quarto recita  36-74.

Nonostante un mini parziale favorevole la terza frazione  è solo la conferma che i buoi sono scappati abbondantemente dalla stalla. Le risposte dal campo per gli Hawks non arrivano. Horford e Korver sono fantasmi che si aggirano sul parquet e Schroeder non sembra neanche lontanamente il giocatore che aveva provato a far saltare il banco di Gara 1 con i suoi 27 punti. Nel frattempo continua la festa del tiro guidata da Smith (chiuderà con 7/13 da 3, 24/45 totali di Cleveland). La partita si chiude definitivamente, tanto che nel 4° quarto Atlanta raschia il fondo della panchina facendo uscire i titolari.

La franchigia dell’Ohio conferma quindi tutta la sua intenzione di chiudere rapidamente la “pratica semifinali” spazzando via gli Hawks dal campo. Vedremo cosa succederà non appena la serie si sposterà in Georgia ed il fattore campo sarà dalla parte di Teague e compagni.

 

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook