Nadal trionfa agli Internazionali di Roma, battuto Djokovic in due set

Dopo il rinvio tra le polemiche di domenica, si è giocata finalmente la finale degli Internazionali Bnl d’Italia. In un Foro Italico semivuoto, Rafa Nadal batte Novak Djokovic in due set (7-5, 6-3), conquistando il torneo per la sesta volta e vendicando la sconfitta incassata contro il serbo nel 2011. Con questa vittoria, Nadal ritorna numero 2 nella classifica Atp, ad appena una settimana dal sorpasso di Federer.

La partita, durata due ore e venti minuti di gioco, non è stata un vero e proprio spettacolo. Tantissimi gli errori, soprattutto quelli di Djokovic, ben 39. Un’annata come quella passata, in cui il serbo ha vinto praticamente tutto (Roland Garros a parte), probabilmente non tornerà più, e Djokovic ne è consapevole. Certo è, però, che dopo l’Australian Open, Nole è entrato in un vortice negativo dal quale sembra far fatica ad uscire. Nadal, non deve impegnarsi più di tanto per combattere un avversario che troppo spesso si fa male da solo. Lo spagnolo serve al 57% di prime ed offre diverse buone occasioni a Novak, che ringrazia ma non ne approfitta: ben sei le palle break sprecate nel secondo set dal serbo. Molto nervoso il numero 1 al mondo, che spacca una racchetta nel primo set dopo una chiamata sbagliata dell’arbitro. Il finale è l’emblema di tutta la partita: Djokovic commette doppio fallo e regala la vittoria all’avversario.

Nadal, nonostante una vittoria praticamente offerta su un vassoio dall’avversario, è comunque soddisfatto della sua prestazione: “Non pensavo di poter far meglio di così. Sto provando a giocare più vicino alla linea di fondo, ma contro Novak non è facile se il servizio non funziona come tu vorresti. Comunque sia, ho vinto qui per la sesta volta e sono felicissimo. C’erano tutti i big del tennis e non ho lasciato neanche un set. Vincere a Roma è sempre bello e importante, è una grandissima soddisfazione personale. A parte Madrid, la stagione su terra è iniziata alla grande”

Al Roland Garros, però, sarà tutta un’altra musica. Ne è convinto anche Djokovic, che a Parigi proverà la rincorsa al quarto Slam consecutivo: “Al Roland Garros sarò al top, basterà solamente qualche aggiustamento”. Sulla partita, poi, il numero 1 al mondo è critico con sé stesso: “Le due vittorie dello scorso anno, Madrid e Roma, mi avevano dato fiducia, nonostante di fronte avessi il più grande giocatore di sempre su questa superficie. Ma se non sfrutti le occasioni che Nadal ti offre diventa dura. Ho commesso troppi errori e ciò non dovrebbe accadere. Tuttavia, penso che il bilancio della settimana sia positivo”.

Giuseppe Ferrara
22 maggio 2012

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook