L’Olimpia schiaccia la Virtus Bologna 117 a 92

L’Olimpia schiaccia la Virtus Bologna 117 a 92

DSC_5698bis-webNella 28/a giornata di campionato l’Olimpia ritrova la vittoria dopo due brutte sconfitte consecutive.
Un gran risveglio per i milanesi, che in questo match casalingo, dominano senza pietà su un Bologna timido che non riuscirà mai a sollevarsi.
Gli emiliani, settimi in classifica ma raggiunti dal Pistoia che ha vinto contro il Pesaro, ora si trovano in seri guai essendo a rischio la loro qualificazione ai playoff.
Proprio una brutta prestazione per la squadra che insieme all’Olimpia ha vinto più scudetti nel campionato italiano.

I bianconeri tengono il vantaggio solo i primi 5 minuti di gioco al punteggio di 15-16, ma poi la capolista si assesta e passa in vantaggio con David Moss, il primo quarto prosegue equilibrato e con pochi errori da entrambe le squadre chiudendosi 30-22.
Nel secondo quarto la partita non cambia: i bianco-rossi sempre in vantaggio che allungano sulle V nere. Il primo tempo finisce 55-44.
Dopo la ripresa inizia la vera dimostrazione di forza per Milano, Samuels e Ragland danno spettacolo sotto canestro, i due soli totalizzano ben 52 punti; il Bologna in balia delle furie bianco-rosse non riesce più a reagire.
Il periodo si chiude 90-64 con un distacco di 34 punti.DSC_5727bis-web
Nell’ultimo quarto il vantaggio della squadra di Banchi si riduce con un ultimo colpo di coda dei bianco-neri grazie ai canestri di Okaro e Hazel.
La squadra di casa ormai ha la vittoria in tasca e sperimenta nuovi giochi con una serie di cambi.
La partita finisce 117-92 nel boato dei tifosi del forum di Assago.
Il punteggio segna un nuovo record stagionale per l’Olimpia e dimostra la sua superiorità in campionato.

DSC_5758bis-web

EA7 Milano: Brooks 13, Cerella 3, Elegar , Gentile 3, Gigli 6, Hackett 7, James , Kleiza 5, Melli 17, Moss 12, Ragland 26 , Samuels 25. All.: Luca Banchi.

Granarolo Bologna: White 24, Cuccarolo 1 , Gaddy 7, Imbrò 6, Fontecchio 2, Mazzola 4, Bonetti, Nikolic, Hazell 25, Ray 21, Reddic 2. All.: Giorgio Valli.

Paolo Casati
26 aprile 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook