Basket NBA: riparte la regular season

Basket NBA: riparte la regular season

Basket-NBA-riparte-regular-seasonFinalmente la regular season della lega di pallacanestro più famosa al mondo è ricominciata.
Ci aspettano un numero estenuante di partite per arrivare ai tanto agognati playoffs ma tutti gli amanti del gioco già assaporano le prime espressioni sul parquet dei loro atleti preferiti.
Andiamo a vedere cosa è successo nei primi scampoli di Nba “vera” della stagione senza sbilanciarci con commenti azzardati e giudizi precoci che non hanno motivo di essere pronunciati prima di qualche mese, quando le squadre e classifica cominceranno a prendere una “forma” più netta.

I Campioni
Gli Spurs hanno ricevuto gli anelli davanti ai Mavs di Chandler-Nowitzki-Ellis ricordandoci quanto sia bello questo gioco di quanto Duncan (14pti – 13 rim) Parker (23pti) e Ginobili (20pti) siano vecchi e i quanto sia consolidato il gioco di Dallas ( con Dirk , Ellis e Chandler a fare i contraltari dei tre di San Antonio). Una partita risoltasi all’ ultimo 100-101 per i campioni Nba che sono partiti con Belinelli al poso dell’ assente Leonard.

I ritorni
Derrick Rose è veramente tornato? I Bulls con Gasol ( subito in doppia doppia con New York) sono finalmente da titolo?
A queste domande per ora non sappiamo rispondere ma sicuramente possiamo dire che il numero uno di Chicago ha fatto vedere cose decisamente buone in preseason e con i Knicks versione triangolo, che però hanno opposto una poco agguerrita resistenza ad un contenuto Rose ( 13 punti fatti a marce basse) e a dei Bulls, famosi soprattutto per la difesa agguerrita , che hanno mandato sei giocatori in doppia cifra nei punti.
Per rimanere in tema, a quanto pare il ritorno di Charlotte al vecchio nome di Hornets sembra aver dato una parvenza di nuova linfa vitale alla franchigia di sua maestà MJ che ha vinto allo scadere (106-108 ) contro i giovani bucks di Jason Kidd . Orgoglio rinato a Charlotte?

Gli sfortunati Lakers
Categoria occupata solo dai Los Anges Lakers che, anche se hanno recuperato Bryant, nella gara contro i Rockets di Harden e Howard hanno perso, oltre alla partita, anche Randle causa infortunio,la loro scelta al Draft di questa stagione.

I dominanti
Per concludere questo breve excursus diamo una breve e sicuramente prematura occhiata ad alcuni dei giocatori che hanno impressionato nella loro prima uscita stagionale.
Podio sicuramente occupato da Anthony Davis che con uno strapotere fisico da 26 pti,  17 rim e 9 stoppate ha dato una fugace spiegazione di quelle doti che Flavio Tranquillo ha riassuto con l’ espressione “atleta diverso dagli altri”.
Diversi giocatori hanno avuto una splendida serata al primo contatto con il parquet: vedi Harden, Gasol & Randolph, Curry o Westbrook nella sconfitta di Okc, ma una prestazione secondo il modesto avviso di chi scrive deve essere doverosamente menzionata.
Rajon Rondo, appena rientrato dall’ infortunio alla mano, ha messo a referto una proto-tripla doppia da 13 pti, 13 ast e 7 rimbalzi nella vittoria dei suoi Celtics su Brooklyn. Per citare Federico Buffa, << un padrone>>.

Tommaso Mencherini
31 ottobre 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook