La classe 2014 della Naismith Memorial Basketball Hall of Fame

La classe 2014 della Naismith Memorial Basketball Hall of Fame

classe-2014--Naismith-Memorial-Basketball-Hall-of-fame.La Naismith Memorial Basketball Hall of Fame è una delle istituzioni più importanti nel mondo della pallacanestro dato che inserisce ogni anno nei suoi ‘’libri’’ i giocatori,le squadre, gli allenatori e gli addetti ai lavori (Americani e ‘’internazionali’’) che più hanno segnato la storia del basket, facendoli cosi entrare tra i grandi immortali di questo gioco.
Nella notte, l’8 agosto per essere precisi, è stata presentata, tramite consueta cerimonia alla Symphony Hall di Springfield Massachusetts, la ‘’class’’ di quest’anno:
NATHANIEL CLIFTON: nato nel 1922 a Little Rock sulle sponde del fiume Arkansas, Nate è stato il primo giocatore afroamericano ad aver firmato un contratto con un team NBA cominciando ad aprire la strada alla futura integrazione nel mondo della pallacanestro americana. Nate ci ha lasciato il 31 Agosto del 1990, ma questo non ha impedito che il suo ricordo e la sua importante carriera lo abbiano fatto entrare di diritto tra le leggende della palla a spicchi.
GUY RODGERS: primo quintetto All American al college nel ’58, guida indiscussa degli Owls dell’università di Temple e suo miglior giocatore di sempre con più di 1700 punti a referto (quasi 20 di media) senza contare i suoi 10.415 punti in dodici anni di NBA, anni coronati dalle 4 presenza all’All Star Game. Anche lui non ha potuto ritirare direttamente il premio perché morto nel 2001.
DAVID STERN: Commissioner della NBA per trent’anni (1984-2014), ha sostanzialmente portato la lega ad essere quello che è oggi facendola diventare un quasi completo riferimento, a livello mondiale e non solo americano, per la pallacanestro.
ALONZO MOURNING: campione NBA con i Miami Heat nel 2006, autentica leggenda della franchigia, della quale detiene il record di stoppate, sette volte All Star e due volte difensore dell’anno.
BOB LEONARD: ‘’Slick’’ è l’allenatore più vincente di sempre nella storia della ABA. Ha portato cinque volte alle finali e tre al titolo i suoi Indiana Pacers ( unico allenatore ad aver vinto un titolo back-to-back in ABA), oltretutto detiene il record ABA di partite allenate e partite vinte nei playoff.
SARUNAS MARCIULIONIS: nato in Lituania,dopo essere stato MVP dell’Eurolega nel 1995 fu primo giocatore sovietico a giocare nella NBA e titolare di sette stagioni con 12 punti di media. Sarunas è una delle principali figure di basket in Lituania, sia perché ha rimesso in piedi la nazionale agli inizi degli anni novanta, sia perché ha contribuito a creare la lega di pallacanestro lituana, divenendone anche primo commissioner.
NOLAN RICHARDSON: grande allenatore a livello collegiale che tra i suoi numerosi premi annovera un titolo vinto con Arkansas nel 1994, e tre apparizioni alle Final Four. Gia inserito nell’ Hall of Fame di Arkansas e del basket collegiale per il suo record di partite allenate, 509-207.
MITCH RICHMOND: grandissimo giocatore campione NBA nel 2002 con i Lakers e campione olimpico nel 1996. Rookie dell’anno nel 1989 ed MVP dell’All star game nel 1995 ha segnato la sua carriera con più di ventimila punti ( 21 di media). Fece parte del famoso attacco ‘’RUN TMC’’ dei Golden State Warriors.
GARY WILLIAMS: è stato allenatore di Maryland dal 90 al 2011 portando la sua squadra per undici volte consecutive al torneo NCAA ed al titolo nel 2002. Ha portato le sue squadre a ventidue apparizioni nella post season ed è titolare del record , da allenatore, di 668-380.
IMMACULATA UNIVERSITY: squadra femminile che vinse tre titoli, con un record in tre stagioni di 60-2, guidata dalla allenatrice Hall of famer Cathy Rush. Il roster della squadra includeva alcune delle più grandi giocatrici di sempre come: Teresa Shank e Marianne Crawford.

Tommaso Mencherini
9 agosto 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook