Basket NBA: Trade Time

Basket NBA: Trade Time

Baschet-NBA-trade-TimeGiorni intensi per il mercato NBA. Rumors, trade mancate e cambi di fronte hanno riempito le giornate degli appassionati della lega di basket più famosa del mondo, andiamo a vedere quali sono stati i trasferimenti più altisonanti e quindi le franchigiè più attive.

THE RETURN OF THE KING: non potevamo che iniziare da qua, il moderno Odisseo, al secolo LBJ, ritorna sulle sponde natie della sua Cleveland. Ad attenderlo c’è l’equivalente cestistico della bella Penelope, un gruppo che strabocca di talento con la T maiuscola, decisamente diverso da quello che aveva lasciato anni fa al momento della “decision”, due nomi su tutti: Irving e la prima scelta assoluta al draft 2014 Wiggings, senza dimenticarci ovviamente di Bennet, Waiters e della possibilità di far rinforzare la front line con Kevin Love, attendiamo impazienti novità. Il problema principale di Lebron per il momento è quale numero di maglia sceglieranno per lui i suoi fans; il ‘’Re’’ forte di due anelli in più dalla sua ultima apparizione in Ohio è pronto a guidare la sua giovane cavalleria.

HEAT, IL DOPO LEBRON: Miami esce sicuramente disorientata dalla post season dove ha perso più che il titolo l’opportunità di far perdurare l’era dei pesi massimi Lebron-Wade-Bosh. A differenza del sopracitato Odisseo i secondi due , il primo con una riduzione dello stipendio e il secondo con il massimo salariale, sono invece rimasti sulle calde spiagge di South Beach ad attendere l’arrivo dell’ex Cavaliers Luol Deng, del bianchissimo McRoberts e di Danny Granger;. Ndr: confermati anche Andersene e “Rio” Chalmers.

I NUOVI BULLS VERSIONE CATALANA: qualche giorno fa i tori di Chicago hanno annunciato l’arrivo di due rinforzi che in passato hanno toccato con mano “el baloncesto” spagnolo: direttamente dal Real Madrid, Nikola Mirotic, e fin qui niente che non ci aspettassimo, mentre in seconda battuta, complice anche il sacrificio di Boozer, è stato messo sotto contratto Pau Gasol, che tramite il suo tweet parla subito di lotta per il titolo. Derrick Rose si vocifera sia pronto, Kirk Hinrich è stato rifirmato, si prospettano dei nuovi Bulls tutto tranne che noiosi.

RESTA A CASA MELO, I LAKERS SU LIN: alla fine Jackson è riuscito a trattenere Anthony nella grande mela, duro colpo per i Lakers che al momento si consolano con il quarto playmaker in rosa Jermey Lin appena sbarcato da Houston.

ALTRE TRADE: i Mavs lasciano andare Calderon e Vince Carter( quest’ ultimo a Memphis ) prendono Chandler Parsons e Chandler. Washington si è liberata del contrattone di Ariza ed ha firmato Paul Pirce.

Per quanto riguarda il mercato allenatori, oltre al passaggio di Jason Kidd ai Bucks, riforniti di talento e voglia di risollevarsi, i San Antonio Spurs campioni 2014 firmano come assistant coach il nostro Ettore Messina

Tommaso Mencherini
22 luglio 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook