Olimpia Milano campione d’Italia, Siena battuta 74-67 in gara-7

Olimpia Milano campione d’Italia, Siena battuta 74-67 in gara-7

000053686-add277a6-2353-4661-979c-b6d55735c24e (1)

Sono serviti 18 lunghi anni per riportare il tricolore in terra meneghina. Un’attesa infinita che si è tradotta in un’esplosione di gioia e champagne. L‘EA7 Olimpia Milano conquista lo scudetto (il 26° della sua storia) battendo la Mens Sana Montepaschi Siena nella gara-7 di una serie combattutissima. Gli uomini di Banchi sono riusciti a superare 74-67 i campioni d’Italia in carica in una gara al cardiopalma, che ha visto le due compagini affrontarsi in un testa a testa epico.

Il Forum travolto da un’ondata biancorossa e la coppa cullata da coach Luca Banchi in sala stampa con due scarpette rosse attaccate sopra sono le immagini di una festa che resterà negli occhi degli appassionati in eterno.
La partita – L’avvio dei padroni di casa è letteralmente devastante. Banchi schiera Jerrells (eroe di gara-6) in quintetto insieme a Samuels e Melli. Questi ultimi fanno capire da subito quali sono le loro intenzioni, mettendo a referto 11 punti e 8 rimbalzi in coppia nel primo periodo. Siena non riesce a superare il muro difensivo dell’Olimpia e sparacchia dalla media distanza, chiudendo il primo quarto in svantaggio di 10 punti (19-9). La tripla di Hackett che vale il 22-9 con 8’22” da giocare si tramuta in sveglia per la Montepaschi, che piazza un parziale di 7-0. L’EA7, però, regge bene il colpo e ritrova subito il proprio equilibrio. Green piazza la tripla del 34-29 a 22″, prima che Jerrells mandi le due squadre al riposo sul 36-29.
La ripresa inizia nel segno di Gentile, che firma il break con cui Milano riprende il controllo della gara (41-29). Siena però non si arrende mai: ritrova la precisione da fuori e torna a difendere con efficacia, mettendo insieme, grazie a 8 punti di Carter, un incredibile 19-2 che vale il sorpasso (45-43 a 5’02” dalla terza sirena).
La Montepaschi inizia l’ultimo quarto avanti 54-48. Milano non ci sta a vedere svanire sul più bello un sogno lungo 18 anni e, trascinata dall’entusiasmante affetto del Forum e da un Gentile in forma NBA, riagguanta gli ospiti (62-62) a 4′ dalla fine.
Il finale è thrilling: l’Olimpia è in vantaggio 64-62 quando iniziano gli ultimi 120 secondi. Hackett allunga a +5 con un gioco da tre punti a 1’29” dalla fine, poi Moss mette la gara in cassaforte con la tripla del 70-62. Siena prova a reagire, ma ormai c’è ben poco da fare. La festa sugli spalti è già cominciata. Il sogno tricolore di una città intera si è finalmente realizzato.
Giuseppe Ferrara
28 giugno 2014
Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook