Basket, Eurolega: l’Olimpia Milano stende lo Zalgiris Kaunas. Melli show

Basket, Eurolega: l’Olimpia Milano stende lo Zalgiris Kaunas. Melli show

Era stata indicata da coach Banchi come un autentico spareggio, seppur anticipato alla seconda giornata di regular season; lo è stata per l’impegno profuso e l’agonismo visto in campo. La sfida contro lo Zalgiris Kaunas, valida per la seconda giornata del Gruppo B di Eurolega, è la conferma europea degli evidenti progressi dell’Olimpia Milano mostrati in campionato contro Varese. Una gara dominata fin dal primo quarto, gestita (con qualche piccolo brivido) nel secondo tempo e portata a casa con il risultato di 82 – 75, grazie anche (e soprattutto) ad uno strepitoso Melli, autore di 20 punti.

La partita:
I primi cinque minuti di gara sono caratterizzati da un equilibrio assoluto. Le due squadre si studiano, con Milano che risponde colpo su colpo agli avversari. Cerella, schierato a sorpresa dal primo minuto da coach Banchi, è prezioso a rimbalzo, Langford il solito cecchino al tiro. L’ago della bilancia è però Curtis Jerrells. L’ex Besiktas fa fatica a carburare durante i primi minuti di partita, ma nella seconda parte del primo parziale si carica sulle spalle la squadra biancorossa e inizia a dettare il ritmo di gioco come un infallibile metronomo. Milano ingrana la marcia, quella giusta, e crea subito un primo strappo nel punteggio (25 – 19).

Nel secondo quarto l’Olimpia piazza subito cinque punti consecutivi. Gentile è croce e delizia del pubblico biancorosso: prima si fa fischiare fallo per infrazione di passi, poi piazza la tripla del 30 – 19 e, subito dopo, colpisce il ferro da ottima posizione. Al minuto numero 14, però, il neo-capitano dell’Olimpia fa vedere di che pasta è fatto, riuscendo a recuperare con caparbietà un pallone tirato male sul ferro e a trasformarlo nel canestro del 36 – 23.
L’Olimpia è attentissima a rimbalzo e concreta in avanti; lo Zalgiris Kaunas, invece, goffo sotto canestro e distratto in difesa.

Un secondo quarto praticamente perfetto per l’Olimpia (l’unica nota negativa è la scarsa reattività ed incisività di Samuels), che permette alla squadra meneghina di andare negli spogliatoi in vantaggio di 12 punti (43 – 31).

La prima parte del terzo quarto vede dapprima il tentativo di recupero degli ospiti, che riescono a spingersi fino al – 6, poi la doppia tripla di David Moss, che scaccia i fantasmi ristabilendo le distanze. L’Olimpia è però visibilmente meno precisa rispetto al primo tempo. Lo spunto esplosivo di Langford sembra esaurito e Samuels continua nella sua apatia.

Per fortuna dell’EA7, Melli e Jerrells mostrano ancora segni di vivacità, riuscendo a tenere avanti Milano nel punteggio (63-58).

 Servirebbe un inizio di ultimo quarto aggressivo da parte dell’Olimpia, per cercare di soffocare sul nascere ogni tentativo di rimonta degli avversari; quello che si vede in campo, invece, è il rientro in partita dello Zalgiris. I lituani arrivano fino al -2, mettendo non poca paura ai 4.500 spettatori del Mediolanum Forum. C’è bisogno del miglior Moss per riuscire a distanziare lo Zalgiris quel tanto che basta per poter gestire in relativa tranquillità il finale di gara.

Alla fine, per gli uomini di coach Banchi, la vittoria arriva, ed è un risultato più che meritato. EA7 Olimpia Milano – Zalgiris Kaunas finisce 82 – 75.

Giuseppe Ferrara (inviato al Mediolanum Forum)
24 ottobre 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook