Un super Immobile conquista Genova. Finisce 2-3 al Ferraris

Un super Immobile conquista Genova. Finisce 2-3 al Ferraris

Nella giornata in cui tutte le big vincono, la lazio continua la propria corsa mettendo a segno la quarta vittoria di fila fra campionato e Europa League. A genova termina 3-2 per i biancocelesti che, nel primo tempo, nonostante una netta superiorità territoriale, faticano a passare in vantaggio. Nella ripresa il Genoa riaggancia il match con il baby Pellegri, ma un errore ingenuo di Gentiletti regala a Immobile la palla per il 3-2 biancoceleste. Mister Inzaghi mette in campo la top Lazio, esclusi gli infortunati, nonostante l’impegno di giovedi scorso ed il match di mercoledi prossimo. Anche Juric deve fare a meno di numerosi assenti, fra tutti Lapadula e Pandev, e prova la carta Taarabt falso nueve.
SOLO LAZIO – Lazio che parte fortissimo, e al 13′ passa in vantaggio su un calcio di punizione guadagnato dal giovane Murgia. Batte Milinkovic-Savic, respinta non ottimale di Perin, ed è Bastos a gettarsi come un rapace sul pallone insaccando la sfera per l’1-0. La Lazio spinge ancora cercando il doppio vantaggio al 22′ con una bella combinazione Lulic, Immobile,Luis Alberto e Basta, con quest’ultimo che conclude di poco angolato. Al 33′ Juric cala l’asso,entra Pellegri per Centurion, il cambio che darà una significativa svolta alla partita.
PELLEGRI e IMMOBILE SHOW – Secondo tempo che riparte sulla falsariga del primo, Lazio che attacca, Genoa che si difende e riparte quando può. Proprio in una ripartenza, una serie di carambole fortunose porta al goal di Pellegri che riporta il match in parità. Il giovane sedicenne è prima fortunato sul tentativo di rinvio di De Vrij che sbatte su Radu, e poi è di nuovo graziato dalla dea bendata quando il suo tiro è nuovamente deviato dal difensore rumeno che mette fuori tempo Strakosha. 1-1 e tutto da rifare. Inzaghi  inserisce Lukaku e Marusic e proprio dal belga, sulla sinistra, parte l’azione che porto al primo goal di Immobile. Ma pellegri non ci sta, la scena al centravanti laziale non la vuol lasciare. Al minuto 73, cross dalla sinistra di Zukanovic e grandissima prodezza aerea di Pellegri che lascia sul posto tutta la retroguardia biancoceleste battendo un non impeccabile Strakosha. Diventa così il più giovane giocatore a realizzare una doppietta in serie A battendo il record di Silvio Piola che resisteva dal 1931. Il Genoa ora crede nella rimonta, Juric sprona i suoi e Zukanovic in un paio di occasioni impensierisce la Lazio.
DISASTRO GENTILETTI – Ma è un ex biancoazzurro, Santiago Gentiletti, a regalare a Immobile il pallone del 3-2. Ciro ha davanti a se una autostrada deserta e non sbaglia con un pallonetto che prima tocca il palo e poi gonfia la rete. Genoa affondato e Lazio che mantiene la corsa sulle prime della classe.

Meritano 2DueRighe

Immobile e Pellegri: Il primo conferma un momento di forma straordinario e una media realizzativa da brividi. Il secondo, seppur sedicenne, sembra un bomber navigato, realizzando due goal da attaccante vero.

Gentiletti: Regala il goal della vittoria alla lazio in modo molto ingenuo.Troppa sufficienza.

TABELLINO

GENOA-LAZIO 2-3
MARCATORI Bastos (L) al 13’ p.t.; Pellegri (G) al 12’, Immobile (L) al 25’, Pellegri (G) al 28’, Immobile (L) al 37’ s.t.
GENOA (3-4-3) Perin; Rossettini, Spolli (dal 26’ s.t. Gentiletti), Zukanovic; Rosi, Cofie (dall’11’ s.t. Briek), Veloso, Laxalt; Ricci, Taarabt, Centurion (dal 33’ p.t. Pellegri). PANCHINA Lamanna, Zima, Gentiletti, Galabinov, Palladino, Migliore, Lazovic, T. Rodriguez, Omeonga, Salcedo. All. Juric AMMONITI Rosi gioco scorretto.
LAZIO (3-4-2-1) Strakosha; Bastos, De Vrij (dal 15’ s.t. Caicedo), Radu; Basta (dal 21’ s.t. Marusic), Murgia (dal 21’ s.t. Lukaku), Leiva, Lulic; Luis Alberto, Milinkovic S.; Immobile. PANCHINA Vargic, Guerrieri, L.Felipe, Patric, Crecco, Di Gennaro, Caicedo, Palombi. All. S. Inzaghi
NOTE ammoniti Rosi, De Vrij e Luis Alberto per gioco scorretto.
Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook