Juventus, 4 goal al Genoa

Juventus, 4 goal al Genoa
esultanza Juve - Lapresse

Juventus che domina e batte per 4-0 i rossoblu genoani. Partita dal risultato mai in discussione, permette ai bianconeri di mettere un’ulteriore seria ipoteca sullo scudetto. Dopo l’impresa in champions league contro il barcellona di Luis Enrique tutto questo sembra una passeggiata. Spalti gremiti e tifosi eccitati come non mai. Vendicata, dunque, la sconfitta del girone d’andata dove era stato il Genoa ad imporsi a Marassi, contro una Juventus quasi irriconoscibile, con 3 goal in 29 minuti.
LE RETI – Al 17′ incredibile autogoal di Munoz che apre le strade un minuto più tardi al raddoppio di Dybala dopo un bellissimo scambio con Khedira. pallone all’angolino basso e nulla da fare per Lamanna. Il terzo goal arriva con un tiro sul secondo palo di Mandzukic ben pescato da Dybala. Nella ripresa, gloria anche per Bonucci che salta un uomo, calcia e beffa Lamanna complice anche una deviazione.
Meritano 2Duerighe
Mandzukic: Attaccante spesso meno appariscente rispetto a Dybala e Higuain, ma di fondamentale importanza per questa Juventus. Realizza un goal molto bello, oltre ad un’ottima prestazione
Munoz: Autogoal imbarazzante. In un giorno dove la squadra non gira, vince lui l’oscar del più sfortunato.
TABELLINO
MARCATORI: 17′ (aut.) Munoz, 18′ Dybala, 41′ pt Mandzukic; 19′ st Bonucci
JUVENTUS (4-2-3-1): Neto; Barzagli, Bonucci, Benatia, Asamoah; Khedira (dal 24′ st Rincon), Marchisio (dal 41′ st Mandragora); Lichtsteiner, Dybala, Mandzukic (dal 37′ st Sturaro); Higuain. (Audero, Del Favero, Dani Alves, Rugani, Chiellini, Alex Sandro, Lemina, Mattiello, Cuadrado). All. Allegri
GENOA (3-4-3): Lamanna; Munoz, Burdisso (22′ st Biraschi), Gentiletti; Lazovic (41′ st Hiljemark), Veloso, Cataldi, Laxalt (3′ st Beghetto); Ntcham, Simeone, Palladino. (Faccioli, Pandev, Pellegri, Zima, Orban, Cofie, Brivio, Ninkovic). All. Juric
ARBITRO: Calvarese di Teramo
NOTE: prima del fischio d’inizio osservato un minuto di silenzio per ricordare Michele Scarponi. Ammonito Burdisso (G). Angoli: 4-2. Recupero: 0′; 3′
Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook