Rugby 6 Nazioni – Inghilterra supera una bella Italia 36-15

Rugby 6 Nazioni – Inghilterra supera una bella Italia 36-15

Londra – Italia che esce sconfitta per 36 a 15 contro l’Inghilterra. Ma sarebbe oltremodo riduttivo fermarsi a dire questo, perchè l’Italia oggi c’era e la partita era stata studiata nei più minimi dettagli. Nel primo tempo siamo riusciti ad ammutolire il XV inglese,giocando un rugby non bellissimo ma di sostanza e grinta. Il coach dell’Inghilterra Eddie Jones ci ha accusato di aver giocato un rugby troppo falloso, senza il minimo spettacolo. Ha inoltre detto che sarebbe giusto restituire i soldi del biglietto agli spettatori, poichè non hanno assistito ad uno “spettacolo”. Credo che queste frasi la dicano lunga su quanto abbiano temuto l’Italia, visto che la formazione di Conor O’Shea era avanti per 5-10 alla fine del primo tempo. Credo che l’Italia abbia giocato a viso aperto contro una delle squadre più in forma in questo momento a livello mondiale e che meriti rispetto.

Anche il CT azzurro non ci sta e risponde a tono, ma in maniera educata:“Sono stanco di sentire che se qualcosa di nuovo viene fatto dai Wasps o dall’Australia è fantastico, e se lo facciamo noi invece è contro le regole. Oggi eravamo venuti per vincere e sono orgoglioso della prova della squadra, abbiamo giocato secondo le regole e con un impegno incredibile. Il rugby è anche stimolare le persone, contribuire ai cambiamenti. E’ quello che vogliamo fare anche nel rugby italiano, cambiare le cose, rendere migliore il sistema attorno ai giocatori. Abbiamo incontrato l’arbitro ieri prima della partita, ci ha spiegato che il sentimento circa l’interpretazione della ruck è cambiato. E’ stata una riunione interessante, ma l’idea di adottare questa strategia difensiva non è nata ieri, ci abbiamo lavorato dall’inizio della settimana. Difendere è voler riconquistare il pallone per giocare, esattamente ciò che abbiamo fatto: è stato molto divertente preparare la partita nel corso della settimana. Non posso essere contento, sono una persona molto competitiva ed oggi abbiamo perso la partita, ma ci sono molte cose positive, penso a Campagnaro ed alla prestazione di Tommaso Allan che ha gestito molto bene le situazioni. Eravamo venuti per giocare e penso che abbiamo conquistato un bel po’ di rispetto là fuori contro la miglior squadra al mondo insieme agli All Blacks”.

Queste le parole di Sergio Parisse, capitano azzurro: “Abbiamo rispettato il nostro piano di gioco e le regole. Penso nessuno si aspettasse questa difesa e abbiamo messo gli inglesi in difficoltà. Non possiamo essere contenti del risultato ma sono soddisfatto della prestazione, tutti hanno dato il massimo. Usciamo a testa alta e continuiamo a lavorare. Gli inglesi volevano darci 70 punti ed invece sino ad un quarto d’ora dalla fine eravamo attaccati alla partita, tanto che per allargare il gap hanno dovuto andare per i pali invece che in touche. Sono segni di rispetto che devono stimolarci a continuare il nostro cammino”.

Ora gli azzurri affronteranno nella prossima giornata del VI Nazioni la Francia allo stadio Olimpico di Roma l’11 marzo alle ore 14.30.

Twickenham Stadium – domenica 26 febbraio 2017, ore 16 italiane
6 Nazioni, III giornata

Inghilterra v Italia 36-15 (5-10)

Marcatori: p.t. 25’ m. Cole (5-0); 33’ drop  Allan (5-3); 40’ m. Venditti tr. Allan (5-10); s.t. 44’ m. Care (10-10): 47’ m. Daly tr. Farrell (17-10);  61’ m. Campagnaro (17-15) ; 70’ m. Nowell (22-15); 73’ m. Te’o tr. Farrell (29-15); 79’ m. Nowell tr. Farrell (36-15)

Inghilterra: Brown; May (56’ Nowell), Te’o (76’ Slade), Farrell, Daly; Ford, Care (52’ Youngs); Hughes (72’ Clifford), Haskell (72’ Wood) , Itoje; Lawes, Launchbury; Cole (72’ Sinckler), Hartley (cap) (56’ George), Marler (56’ Vunipola M.)

all. Jones

Italia: Padovani; Bisegni (52’ Benvenuti), Campagnaro, McLean, Venditti; Allan (62’ Canna), Gori (35’ Bronzini); Parisse (cap), Favaro (58’ Mbandà), Steyn; Van Schalkwyk, Fuser (71’ Biagi) ; Cittadini (52’ Ceccarelli), Gega (73’ D’Apice), Lovotti (58’ Rizzo)

all. O’Shea

arb. Poite (Francia)

Calciatori: Allan (Italia) 1/4; Farrell (Inghilterra) 3/7; Padovani (Italia) 0/1

Punti conquistati in classifica: Inghilterra 5; Italia 0

Man of the match: Launchbury (Inghilterra)

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook