Juve – Inter 1a0. Ci pensa Cuadrado

Juve – Inter 1a0. Ci pensa Cuadrado

Non si ferma la Juventus che batte 1-0 l’Internazionale allo stadium. Il goal arriva nel primo tempo con un bolide di Cuadrado che si insacca alle spalle di Handanovic. Partita molto nervosa con ben 8 amminizioni ed 1 espulsione. Rizzoli fa fatica a tenere buoni i giocatori, che in più di una occasione mostrano nervosismo ed eccessiva foga, complice anche l’alta importanza della partita e la posta in gioco. Perde la Roma, vince il Napoli e la Lazio. Juventus che distanzia la seconda in classifica, Inter che perde posizione su una Lazio che la fa da padrona all’adriatico dove con un perentorio 6-2 si libera del Pescara. Da sottolineare i 4 goal di Marco Parolo, primo centrocampista a realizzarne cosi tanti in una sola partita.
Nel primo tempo sostanzialmente partita equilibrata con 4 occasioni a 3 per la Juventus padrona di casa. A rompere gli equilibri ci pensa Juan Cuadrado che sfodera un vero e proprio missile terra-aria da fuori area. Un mix di coraggio, fortuna e precisione che non lasciano scampo al n.1 interista. Nel secondo tempo la Juventus conduce la partita, l’Inter resta passiva e fa fatica a trovare Icardi davanti.
la moviola– La partita resterà impressa nella memoria dei tifosi interisti come una vera e propria fabbrica di episodi contestati. Partiamo dai 3 rigori chiesti nel primo tempo. Il primo, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, contatto Chiellini Icardi con il primo che allarga il braccio in maniera vistosa. Rizzoli lascia proseguire. Una seconda richiesta di rigore arriva  su una serie di trattenute Lichtsteiner- D’Ambrosio, con il primo che però trattiene in maniera più vistosa. La terza vede protagonista di nuovo Icardi, questa volta contro Mandzukic, reo di averlo atterrato nei pressi della linea di fondo con un intervento in tackle. Rischioso ma apparentemente regolare, prende il pallone ed ha la gamba bassa e davanti all’attacante dell’Inter. La rabbia interista cresce anche per l’ultima azione del match, dove Rizzoli ferma tutto per un presunto fallo in area della Juventus (affollatissima). C’era anche Handanovic. Arriva anche una pallonata addosso al direttore di gara. L’autore del gesto è Icardi, a lungo a colloquio poi con Rizzoli. Nulla si sa se questo finirà a referto e se e come verrà sanzionato.
Meritano2Duerighe
Cuadrado: Ha il merito di realizzare il goal vittoria. Per mezz’ora spettatore non pagante, poi si sveglia e sono dolori. Non segnava in campionato da Aprile, si sblocca in una partita decisiva.
Icardi: Ci si aspettavano grandi cose da lui. Invece buio più completo, un tiro per tempo entrambi da dimenticare.
TABELLINO
JUVENTUS-INTER 1-0
Primo tempo 1-0
MARCATORI: 45’ Cuadrado
JUVENTUS (4-2-3-1): Buffon; Lichtsteiner (dal 35’ st Dani Alves), Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Pjanic; Cuadrado (dal 26’ st Marchisio), Dybala(dal 39’ st Rugani) Mandzukic. (Neto, Audero, Benatia, Asamoah, Sturaro, Rincon, Mandragora, Pjaca). All.Allegri
INTER (3-4-2-1): Handanovic; Murillo, Medel, Miranda; Candreva (dal 13’ st Eder), Gagliardini, Brozovic (dal 13’ st Kondogbia), D’Ambrosio; Joao Mario (dal 24’ st Palacio), Perisic; Icardi. (Carrizo, Andreolli, Ansaldi, Santon, Nagatomo, Biabiany, Banega, Gabigol, Pinamonti). All. Pioli
ARBITRO: Rizzoli di Bologna
NOTE: Espulso Perisic al 94’ per proteste. Ammoniti Candreva (I), Pjanic (J), Medel (I), Mandzukic (J), Cuadrado (J), Khedira (J), Chiellini (J), Handanovic (I). Recupero: 1’ pt, 4’ st
Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook