UCL – Passano come prime Juve e Napoli, ma occhio al sorteggio di Nyon

UCL – Passano come prime Juve e Napoli, ma occhio al sorteggio di Nyon

L’ANALISI

Tutto facile per la Juventus che sconfigge per 2-0 la Dinamo Zagabria relegando i croati ad essere la peggior squadra di tutti i tempi della Champions League. Ebbene sì, hanno incassato ben 15 goal in 6 partite non riuscendone a segnare nemmeno 1 concludendo, ovviamente, il girone all’ultimo posto. Nonostante questo, la Dinamo vince in patria il campionato consecutivamente da 11 anni, anche se ora è seconda a 6 punti dal rijeca, autentica rivelazione. Per la Juventus, come detto, nulla più che accademia e goal che arrivano al 52’ grazie ad una progressione dirompente tutta forza di Lemina, con il pallone che giunge a Higuain che riscatta gli errori precedenti e realizza di potenza e precisione, con un tiro a giro alla destra del portiere croato. Il raddoppio arriva al 73’ quando sugli sviluppi di un calcio d’angolo arriva il primo goal in UCL da parte di Rugani che stacca molto bene senza dare scampo al portiere ospite. Si rivede anche Dybala nel finale.

Napoli che riesce a qualificarsi prima nel girone grazie alla vittoria a Lisbona contro il Benfica per 1-2 grazie alle reti di Callejon e Mertens (partito dalla panchina). Anche la Dinamo Kiev fa la sua parte in Turchia (6-0), ma il Napoli doveva vincere ed ha vinto. Sarri chiedeva un uomo in più dalla panchina ed ha trovato Mertens decisivo in entrambe le reti.La prima arriva al 60’ quando Callejon, servito benissimo da Mertens, sul filo del fuorigioco scatta e realizza con uno scavetto sul portiere portoghese; La seconda rete arriva al 79’ ed è proprio di Mertens, servito dalla sinistra da Ghoulam, che stoppa, dribbla e batte a rete con un rasoterra che fa la barba al palo. Nulla da fare anche questa volta per il portiere che vede il pallone finire alle sue spalle. Nel finale, all’87’ arriva il goal della bandiera da parte di Jimenez. Napoli che vince e risulta primo nel proprio girone scacciando ogni paura.

I SORTEGGI

Nonostante i primi posti per Juventus e Napoli nei rispettivi gironi, queste non avranno grossi vantaggi nel sorteggio di Nyon, in quanto è vero che non potranno incontrare squadre come il Barcellona, il Dortmund, l’Arsenal e l’Atletico Madrid, ma l’urna delle seconde classificate ha dentro squadre come Bayern, Bayer, Real City e Psg. Tutt’altro che abordabili. Naturalmente la Juventus non potrà affrontare il Siviglia ed il Napoli il Benfica.

c_29_articolo_1130264_upiimgprincipalefull

I TABELLINI

DINAMO ZAGABRIA-JUVENTUS 0-2 (0-0)

RETI: 52′ Higuain, 73′ Rugani

DINAMO ZAGABRIA (4-3-3): Semper; Situm, Sigali, Schildenfeld, Pivaric; Antolic (27’st Machado), Benkovic, Jonas (3’st Fiolic); Pavicic, Soudani, Fernandes (13’st Hodzic). (Peric, Henriquez, Livakovic, Gojak) All. Sopic

JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Barzagli (23’st Pjaca), Bonucci, Chiellini; Dani Alves, Khedira, Hernanes, Pjanic (1’st Cuadrado), Evra; Higuain (26’st Mandzukic), Dybala. (Neto, Alex Sandro, Lemina, Sturaro). All. Allegri

ARBITRO: De Sousa (Portogallo)

NOTE: serata mite, terreno in discrete condizioni. Nessun ammonito. Angoli: 6-0 per la Juventus. Recupero: 0’pt, 1′ st

 

BENFICA-NAPOLI 1-2 (0-0)
MARCATORI al 15′ Callejon, al 34′ Mertens, al 42′ s.t. Raul Jimenez (B)

BENFICA (4-4-2) Ederson; Semedo, Luisao, Lindelof, André Almeida; Salvio (dal 35′ s.t. Mitroglou), Pizzi, Fejsa, Cervi (dal 23′ s.t. Carrillo); Gonçalo Guedes (dal 12′ s.t. Rafa Silva), Raul Jimenez. (Julio Cesar, Jardel, Samaris, Celis). All.: Rui Vitoria.

NAPOLI (4-3-3) Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Diawara, Hamsik (dal 27′ s.t. Zielinski); Callejon, Gabbiadini (dal 12′ s.t. Mertens), Insigne (dal 35′ s.t. Rog) (Rafael, Maggio, Maksimovic, Jorginho). All.: Sarri.

ARBITRO Lahoz (Spagna).

NOTE Ammoniti: Koulibaly, Pizzi. Angoli: 7-2 per il Benfica. Recupero: 0′; 3′.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook