Italrugby che scrive la storia. Battuti gli Springboks 20-18

Italrugby che scrive la storia. Battuti gli Springboks 20-18

Italia che entra nella storia con la vittoria di oggi contro il Sud Africa per 20-18. Azzurri per 80 minuti sempre in partita e sempre in grado di controbattere le offensive degli springboks. Grandissimi i nostri ragazzi che riescono, per la prima volta nella storia, a battere i due volte campioni del mondo.

Seconda partita valida per I test match di Novembre per l’Italia che si trova davanti uno dei XV più titolati della storia del rugby mondiale. Gli springboks sudafricani arrivano a questa sfida determinati a far bene ed a vincere dopo la sconfitta della scorsa settimana per 37-21 contro l’Inghilterra di sua maestà britannica. Una delle peggiori stagioni degli ultimi 25 anni per il Sud Africa che si gioca molto in questa partita, soprattutto il commissario tecnico che rischia di non rimanere sulla panchina giallo-verde nel 2017.

PRIMO TEMPO- E’ dell’Italia il primo pallone giocato, con Canna che calcia il drop d’inizio match. Dopo il possesso per il RSA, riusciamo a guadagnare una touche che giochiamo molto bene. Intorno al minuto 4, azione sudafricana che con un gran calcio del mediano riesce a guadagnare un’ottima touche. Successivamente azione di sfondamento del RSA che prova in tutti i modi a scardinare la difesa azzurra. Italia che si difende bene, ed RSA che insiste fino al minuto 8 dove Habana riesce a schiacciare in meta sulla bandierina sinistra del campo. Trasformazione mancata da parte di Pat Lambie che spedisce il pallone alla destra dei pali. Ma l’Italia non si impaurisce e risponde dopo appena 3 minuti con una azione fantastica in spinta verso la bandierina destra da parte della seconda linea azzurra Van Schalkwyk. Carlo Canna realizza di potenza e precisione da posizione molto defilata. Italia in vantaggio per 7-5! Continuiamo ad attaccare, ci crediamo con tutto il cuore, azioni con numerose fasi. Partita splendida fino a questo momento. Al 17’ partenza sulla destra di De Allende, ben servito da Lambie, che riesce a rompere un placcaggio e vola in meta in posizione molto laterale sulla destra. Va Lambie a calciare e questa volta realizza per il 7-12. L’italia non resta a guardare e risponde molto bene con una buona azione che porta Mc Lean al grubber con successivo calcio del RSA che ci lascia una touche da buona posizione, ben sfruttata dall’Italia. Pallone successivamente recuperato dagli ospiti. Al 29’ rientriamo alla grandissima in partita, con Padovani che realizza un calcio piazzato decretato dall’arbitro Clancy in mischia ordinata, 10-12 per il RSA. Al 35’ azione in sfondamento del RSA che riesce a penetrare troppo facilmente per vie centrali, ma per fortuna Padovani riesce a recuperare fermando una meta ad 1 metro dalla linea. Successiva azione della durata di una ventina di fasi dove l’Italia ferma colpo su colpo l’attacco del RSA che alla fine perdono il pallone per in avanti. Grandissima prova di cuore e grinta per i nostri ragazzi. Ci crediamo e non molliamo nulla. Successiva mischia con introduzione italiana ad 1 minuto dal termine, con crollo della prima linea sudafricana. Si chiude cosi il primo tempo con 12-10 per gli ospiti, ma che Italia! Siamo sul pezzo.

SECONDO TEMPOPartita che inizia in salita per l’Italia che vede il cartellino giallo mostrato a Fuser per un crollo in maul. Minuto 44 e Lamie realizza 3 punti per gli ospiti su calcio piazzato fischiato per un placcaggio pericoloso effettuato da Minto. Al 50’ Italia che riesce a resistere ad un attacco sudafricano, riuscendo a bloccare molto vicino alla linea di meta. Al 56’ META ITALIA, palla che dal centro arriva all’ala sinistra Venditti che entra di prepotenza in area di meta e schiaccia l’ovale per il 15-15. Pubblico in delirio, stadio Franchi in festa. Realizza Canna la trasformazione da sotto la tribuna scoperta per il 17-15, Italia in vantaggio. Minuto 62 Jantjies riporta avanti il RSA su calcio piazzato 17-18. Ma Italia che risponde con Canna che realizza anch’esso un altro calcio piazzato ed Italia che ora si porta sul +2, 20-18. Che partita! Al 68’ Italia che affonda ancora, alla mano, nella metà campo ospite ma su un riciclo il pallone sfugge di mano ad un avanti italiano. Mischia a favore del RSA. Al 73’, pallone lanciato in avanti dagli ospiti e clamoroso stop del pallone mancato dall’ala italiana. Mischia a favore del Sudafrica, ma successivamente viene tutto vanificato per un avanti. Italia che ci crede, sarebbe la prima volta nella storia che l’Italia riesce a sconfiggere i mostri sacri del Sudafrica. Springboks in difficoltà. La partita sarebbe in cassaforte al 79’ quando riusciamo a schiacciare la palla in meta dopo un “carretto” a regola d’arte. Ma l’arbitro, dopo un consulto con i “colleghi” annulla poiché nella maul alcuni giocatori si trovavano con i piedi fuori dalla linea laterale. Rimessa laterale per il Sudafrica e pallone rubato dai nostri. Partita che si conclude con il pallone scagliato fuori.

Una pagina di storia oggi è stata scritta, Italia del rugby è in festa perevento storico che nessuno credeva realizzabile. Partita pressoché perfetta, 16 anni dopo la sconfitta più pesante nella storia del rugby italiano avvenuta a Durban(RSA), l’Italia si riscatta nel migliore dei modi. Azzurri e vecchie glorie azzurre in lacrime, speriamo che sia l’inizio di un ciclo di buon rugby. Complimenti ai ragazzi tutti ed al tecnico O’Shea che ha sicuramente messo del suo nel trasmettere a questi ragazzi, oltre alla tattica, la cattiveria, la grinta e il cuore per affrontare partite di alto livello come questa.

Firenze, Stadio “Artemio Franchi” – sabato 19 novembre, ore 15.00

Crédit Agricole Cariparma Test Match

Italia v Sudafrica 20-18  (10-12)

Marcatori: p.t. 9’ m. Habana (0-5), 12’ m. Van Schalkwyk tr. Canna (7-5), 17’ m. De Allende tr. Lambie (7-12), 30’ cp Padovani (10-12) s.t. 45’ m. cp Lambie (10-15), 57’ m. Venditti tr. Canna (17-15), 62’ m. Jantjies (17-18), 64’ cp Canna (20-18)

Italia: Padovani; Bisegni, Benvenuti, McLean, Venditti; Canna, Bronzini G.; Parisse (cap), Favaro, Minto; Van Schalkwyk, Fuser; Cittadini, Gega, Panico

a disposizione: D’Apice, Quaglio, Ferrari, Biagi, Steyn, Gori, Allan, Boni

all. O’Shea

 RSA: Le Roux; Combrinck, Venter, De Allende, Habana; Lambie, Paige; Whiteley, Alberts, Carr; De Jager, du Toit; Kock, Strauss (cap), Mtawarira

a disposizione: Mbonambi, Kitshoff, Nyakane, Mostert, Mohoje, De Klerck, Jantjies, Goosen

all. Coetzee

 Arbitro: G.Clancy (Irlanda)

Pacchetto di mischia iniziale: 870 kg Italia – 897 kg Sud Africa

MoM: E. Padovani

g.d.l. Owens (Galles), Wilkinson (Irlanda)

TMO: Fitzgibbon (Irlanda)

Cartellini: 41’ Giallo di Fuser

Calciatori: Lambie(2/3), Canna(3/3), Padovani (1/1), Jantjies (1/1)

Note:spettatori presenti 21169

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook