Presentato il bilancio di sostenibilità 2015 del CONI

Presentato il bilancio di sostenibilità 2015 del CONI

Si è svolta questa mattina presso il circolo del tennis del foro italico la presentazione del bilancio di sostenibilità di CONI e CONI servizi S.p.A. .Apre i lavori il presidente del CONI, Giovanni Malago’, che ha fortemente voluto la realizzazione di questo documento, seguito dall’ amministratore delegato di coni servizi, Alberto Miglietta che afferma:“CONI e Coni Servizi hanno sviluppato negli anni un sistema virtuoso di gestione economico-patrimoniale, che ha permesso la valorizzazione e l’efficientamento delle risorse impiegate nei processi del sistema CONI e una costante riduzione del valore del contratto di servizio. Dal 2003 al 2015 il contratto di servizio ha seguito un andamento decrescente, con un risparmio di circa 77 milioni (-43%), con i ricavi di Coni Servizi cresciuti del + 712% e un’incidenza degli stessi, sul totale dei ricavi operativi, che è passata dal 2% al 23%”. Tra i relatori anche il Prof. Enrico Giovannini, già ministro del lavoro e presidente dell’ISTAT ed ora Ordinario di Statistica Economica all’Università di Roma Tor Vergata e Portavoce dell’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile. Il Prof. Giovannini, sottolinea l’importanza del “guardare avanti senza lasciare nessuno indietro” e afferma “Mi piace immaginare che questo bilancio di sostenibilità sia anche la testimonianza che il mondo dello sport deve aiutare questo Paese a vincere i Giochi dello sviluppo sostenibile, uno dei principi chiave dell’agenda 2030 dell’ONU. Si tratta di un lavoro redatto in modo esaustivo e accattivante, un modello per tante altre realtà. Abbiamo 169 target e 17 goal da raggiungere: possiamo chiedere ai grandi campioni del CONI di adottare un goal, un target e aiutarci in questa campagna”.

Il bilancio di sostenibilità, giunto nel 2015 alla sua terza edizione, rappresenta, oltre che una mappatura delle risorse e dell’impatto generato per il sistema sportivo, un strumento di interfaccia tra il CONI ed i suoi stakeholder. L’intero documento è stato realizzato in conformità alle linee guida G4 “Sustainability Reporting Guidelines” definite dal GRI nel 2013 ed esaminato dalla società di revisione KPMG.

 

valori-olimpici_opt-2

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook