Moto 3 Silverstone: Vinales in gran spolvero, settimo Fenati

In Inghilterra il re indiscusso è ancora lo spagnolo che firma una bella vittoria e si porta solo in vetta. Perde la leadership Cortese, terzo dietro a Salom. Non brillano gli italiani con Fenny e Antonelli gli unici a fare punti. Ritiro per Rossi.

Non si arresta la marcia trionfale di Vinales che, mette il suo terzo sigillo della stagione e vola in vetta alla classifica. Il pilota iberico, dopo aver vinto a Barcellona si ripete anche a Silverstone, dominando il circuito fin dalle qualifiche e mostrando un passo di gara micidiale. All’ ex Campione europeo 125 GP gli sono bastate poche curve per riconquistare il comando e involarsi verso una vittoria che vale oro.

Neanche la pioggia ha scalfito la sua FTR Honda che è risultata la migliore anche nelle prove ufficiali, nonostante un distacco minimo dagli inseguitori. Perde il primato in campionato Sandro Cortese che è stato battuto in volata da Luis Salom e, si è dovuto accontentare della terza posizione. Il week end non era iniziato bene per il tedesco della Ktm che è partito 4° in griglia, penalizzato dal traffico negli istanti conclusivi della sessione. Alla fine era riuscito quasi a strappare un prezioso secondo posto ma, pur perdendo punti nei confronti dell’ iberico resta in corsa per il titolo iridato. I primi due gradini si tingono ,quindi, dei colori spagnoli visto che Salom è riuscito a compiere un ottima cavalcata , dopo il sesto tempo di sabato in cui aveva commesso un errore, tagliando la curva e rendendo vano il suo miglior giro. Secondo il regolamento queste manovre non erano consentite ,per cui il maiorchino si è dovuto accomodare in sesta piazza. Il riscatto è arrivato in gara con il terzo podio della stagione.

Lontano dalle prime posizioni Alexis Masbou che si è guadagnato la quarta piazza negli ultimi giri, dopo il terzo tempo di sabato. Solo un illusione per Vazquez che si era mostrato nelle qualifiche l’ unico pilota a giocarsi la vittoria finale e, invece è retrocesso quinto con un distacco di oltre otto secondi dal primo. Nella sessione di qualifiche aveva chiuso con 198 millesimi di svantaggio dal poleman. Scende di un gradino l’ idolo di casa Kent che, è stato battuto nello sprint conclusivo da Masbou e Vazquez. Non va oltre il settimo posto il primo portabandiera italiano Fenati che, sembra aver perso lo smalto di inizio stagione, quando era sempre attaccato ai primi. Ora ,invece, non sembra trovarsi a suo agio con la moto e i circuiti, tutti nuovi per lui. Riesce per lo meno a salire di due gradini, dopo il nono tempo delle qualifiche. Dietro il pilota marchigiano finisce Sissis autore di un ottima gara che, gli ha permesso di scalare ben sette posizioni. L’ australiano ha battuto negli ultimi metri Khairuddin, partito ottavo. Chiude la top ten Oliveira che è apparso in evidente difficoltà ed è riuscito solamente a scalare una posizione subendo un distacco consistente dalla prima piazza.

Riesce a fare punti Faubel, disastroso sabato con un 23° tempo e un ritardo di oltre tre secondi dal primo. Finisce alla fine del gran premio dodicesimo. Alle sue spalle troviamo Antonelli, il secondo degli italiani che mantiene la tredicesima piazza pur  gareggiando con la febbre. Sfiora la zona punti Tonucci che, viene battuto per 300 millesimi da Moncayo, dopo essere partito in quarta fila. Fuori dai giochi Rossi, partito settimo e protagonista nel finale di una scivolata, e Alex Rins decimo nelle prove ufficiali e al secondo stop di fila. Lontano dai tempi che contano Giorgi e Morciano, rispettivamente 20° e 25° che, riescono a migliorare le prove ufficiali. Una gara da dimenticare per Rogers che è incappato sabato in una scivolata e si è ritirato durante il gran premio.

Non una grande partenza per Vinales e Cortese che, scendono in terza e ottava posizione, mentre al comando c’è Masbou seguito da Vazquez. Non guadagna nulla Fenati che, prende di mira il tedesco della Ktm. Dopo un tira e molla con sorpassi e controsorpassi tra i primi due, si riprende la testa della gara Vinales che, sferra due attacchi decisi prima a Vazquez e poi a Masbou. Non è finita qui perchè il francese viene infilato da uno scatenato Salom, il basco da Rossi. Sale di un gradino Fenati, mentre retrocedono Antonelli e Tonucci. Al vecchio rettilineo dei box Salom sorpassa Vinales. E’ costretto al ritiro Rins che, rovina la sua moto.E’ in ripresa Cortese che si fa sotto a Vazquez per la quinta piazza. Segue poco distante Fenati, settimo. Non cambiano le posizioni davanti se non la leadership ancora una volta nelle mani di Vinales che, ha lasciato sul posto un combattivo Salom. Si accende la contesa per la vittoria e si iniziano a intravedere una serie di capovolgimenti con Vinales a doversi difendere dalle due moto agguerrite di Rossi e Salom in stato di grazia. Tiene il passo anche Masbou mentre si rifanno sotto pure Kent e Khairuddin. Comincia a prendere fiducia con il circuito Cortese che, rompe gli indugi e torna all’ attacco dei primi. A pochi giri dal termine cambiano il passo Vinales, Salom e il tedesco. Seguono un po’ distanti Rossi e Fenati.Esce nel frattempo di scena anche Webb.

Non si arrende Salom che infila Vinales alla Stowe ma, deve arrendersi all’ indiavolato spagnolo qualche istante dopo alla Abbey. E’ in leggero affanno il maiorchino che, viene sfilato anche da Cortese mentre Maverick allunga in testa. All’ ultima variante ,però, Salom trova il guizzo vincente e chiude secondo, permettendo cosi a Vinales di salire in testa alla classifica, con un distacco di 2 punti da Cortese e 30 punti dal pilota della Kalex Ktm. Riesce a recuperare Fenati, settimo e Antonelli, tredicesimo.

Gran Premio AirAsia British – Circuit of Silverstone

Classe Moto3

1. Maverick Vinales (Spa/FTR Honda)   38”55.210

2. Luis Salom           (Spa/Kalex Ktm)    + 0.933

3. Sandro Cortese     (Ger/Ktm)              + 1.023

4. Alexis Masbou      (Fra/Honda)          + 8.100

5. Efren Vazquez       (Spa/Honda)          + 8.414

6. Danny Kent           (Gbr/Ktm)             + 8.637

7. Romano Fenati      (Ita/FTR Honda)   + 8.940

8. Arthur Sissis         (Aus/Ktm)             + 9.046

9. Zulfahmi Khairuddin (Mal/Ktm)       + 9.208

10. Miguel Oliveira   (Por/Suter Honda)  + 15.613

11. Jakub Kornfeil    (Cze/FTR Honda)  + 20.397

12. Hector Faubel   (Spa/Kalex Ktm)      + 20.559

13. Niccolò Antonelli  (Ita/Honda)          + 21.369

14. Niklas Ajo  (Fin/ Ktm)                       + 27.526

15. Alberto Moncayo (Spa/Kalex Ktm)   + 27.708

16. Alessandro Tonucci  (Ita/FTR Honda) + 28.032

17. Brad Binder  (RSA/Kalex Ktm)          + 35.001

18. Jasper Iwema (Ned/FGR Honda)        + 55. 456

19. Toni Finsterbusch  (Ger/Honda)          + 55.559

20. Simone Grotzkyj Giorgi  (Ita/ Oral)    + 55.829

21. Alan Techer   (Fra/Tsr Honda)             +  56.230

22. Ivan  Moreno  (Spa/FTR Honda)         +  56.385

23. Isaac Vinales     (Spa/FTR Honda)      + 1”05.383

24. Kenta Fujii   (Jpn/Tsr Honda)              + 1”11.283

25. Luigi Morciano   (Ita/loda)                  + 1”18.155

26. Marcel Schrotter    (Ger/Mahindra)     + 1 giro

27. Giulian Pedone (Svi/ Oral)                  + 1 giro

28. John Mcphee  (Gbr/Honda)                 + 2 giri

 

 

Non classificato:

 

Louis Rossi (Fra/FTR Honda)        

Fraser Rogers (Gbr/Honda)

Danny Webb  (Gbr/Mahindra)

Adrian Martin  (Spa/Honda)           

Jonas Folger   (Ger/ loda)           

Alex Rins  (Spa/Suter Honda)    

Jack Miller       (Aus/ Honda)           

 

 

  

Classifica  piloti del Mondiale:

 

1. Maverick Vinales (Spa/FTR Honda)   105 punti

2. Sandro Cortese  (Ger/Ktm)                  103  punti

3. Luis Salom (Spa/Kalex Ktm)               75 punti

4. Romano Fenati   (Ita/FTR Honda)       61 punti

5. Louis Rossi (Fra/FTR Honda)             45 punti

6. Alex Rins  (Spa/Suter Honda)             44 punti

7. Zulfahmi Khairuddin (Mal/Ktm)        44 punti

8. Alexis Masbou  (Fra/Honda)               42 punti

9. Niccolò Antonelli  (Ita/Honda)            38 punti

10. Alberto Moncayo (Spa/Kalex Ktm)   36 punti

11. Miguel Oliveira  (Por/Suter Honda)   33  punti

12. Arthur Sissis  (Aus/Ktm)                    31 punti

13. Hector Faubel (Spa/Kalex Ktm)         28 punti

14. Danny Kent (Gbr/Ktm)                       26 punti

15. Efren Vazquez (Spa/Honda)                22 punti

16. Alan Techer   (Fra/Tsr Honda)            18 punti

17. Jakub Kornfeil (Cze/FTR Honda)       17 punti

18. Alex Marquez  (Spa/ Suter Honda)     15 punti

19. Ivan  Moreno  (Spa/FTR Honda)         10 punti

20. Jasper Iwema (Ned/FGR Honda)         9 punti

21. Giulian Pedone (Svi/ Oral)                   7 punti

22. Alessandro Tonucci  (Ita/FTR Honda)  7 punti

23. Niklas Ajo    (Fin/Ktm)                          6 punti

24. Brad Binder  (RSA/Kalex Ktm)            5 punti

25. Jonas Folger   (Ger/ loda)                      5 punti

26. Marcel Schrotter    (Ger/Mahindra)       4 punti

27. Kevin Hanus   (Ger/Honda)                   3 punti

28. Jack Miller       (Aus/ Honda)                1 punto

 

Classifica team del Mondiale:

 

1. Ftr Honda      145  punti 

2. Ktm               104 punti

3. Kalex Ktm    98 punti

4. Suter Honda  71 punti

5. Honda            45 punti

6. Tsr Honda      18 punti

7. Fgr Honda      9 punti

8. loda                5 punti

9. Mahindra       4 punti

10. Oral               1 punto

Armin Sefiu

21 giugno 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook