Kazan 2015, ecco le ragazze d’argento! Storico secondo posto nella 4×200 sl!

Kazan 2015, ecco le ragazze d’argento! Storico secondo posto nella 4×200 sl!

Alice Mizzau, Erica Musso, Chiara Masini Luccetti e Federica Pellegrini compiono un’impresa centrando la prima medaglia storica a livello mondiale in questa specialità. Le azzurre chiudono seconde alle spalle solo degli Usa di Ledecky e Franklin, bronzo alla Cina.

 Questo campionato mondiale di nuoto non finisce di sorprendere! Dopo il bronzo della 4×100 sl maschile, l’Italia trova un’altra medaglia in una staffetta a conferma di un movimento che funziona, anche se continua a ruotare intorno a grandi individualità. Già, perché, pur non negando la grandezza di Federica Pellegrini senza la quale questa 4×200 avrebbe trovato ben poca gloria, la staffetta di ieri ha mostrato quattro nuotatrici unite, in grado si superarsi singolarmente e capaci di far partire Federica al quinto posto, non così distante dal podio.

L’Italia intera deve quindi ringraziare queste quattro ragazze autrici di una gara magistrale, nuotata con intelligenza e consapevolezza dei propri mezzi. Grazie a Alice Mizzau capace di risollevarsi dalla delusione delle sue gare individuali in questo mondiale non lasciandosi trascinare dalla frazione mostruosa della Sjöström ma nuotando con il suo ritmo riuscendo così a fare meglio di ben due secondi rispetto a pochi giorni fa. Grazie a Erica Musso, esordiente che fino a pochi mesi fa neanche si immaginava di poter trovarsi in una finale mondiale, e grazie a Chiara Masini Luccetti capace di nuotare sui suoi migliori tempi e riportare l’Italia più vicina al podio. E infine grazie a Federica Pellegrini che non ha bisogno di presentazioni. Una campionessa come poche se ne sono viste in Italia e nel nuoto, una leader capace di caricare le sue giovani compagne, una donna che nuota ogni gara come se fosse l’ultima impegnandosi in ogni bracciata. E anche se sul gradino più alto del podio sono salite le imbattibili statunitensi, per noi le regine per un giorno sono queste ragazze italiane che dopo l’argento mondiale e l’oro europeo dello scorso anno non possono che pensare a Rio con una certezza in più, quella di essere in grado di lottare con le grandi del nuoto mondiale.

Lorenzo Vailati
7 agosto 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook