Blu, le mille bolle.. di Champions League: ottimi risultati per le squadre italiane

Blu, le mille bolle.. di Champions League: ottimi risultati per le squadre italiane
"Fonte: pagina FB Cev Champions League"

“Blu, le mille bolle blu” cantava Mina al Festival di Sanremo del 1961, e sembra che le Bolle siano tornate di moda anche in questo difficile 2020 in molti settori sportivi. L’esempio più noto a tutti è probabilmente quello adottato dall’Nba americana che nel periodo compreso fra luglio e ottobre, ha utilizzato il sistema denominato “Bolla” per riuscire a terminare in massima sicurezza il campionato di basket. Questa modalità, che prevedeva il ritiro di diverse squadre del campionato in un’unica struttura con regole ferree sia per gli allenamenti sia per i momenti di tempo libero, si è dimostrata così efficace da essere poi presa a modello anche da altri sport.

Nella pallavolo ad esempio, questa formula è stata adottata nello svolgimento dei gironi di andata e ritorno della Cev Champions League, sia in ambito maschile che in quello femminile. Si sono infatti concluse in questi giorni le pool che hanno coinvolto diverse squadre europee, fra cui anche 8 squadre italiane: in diverse città, fra cui Trento, Conegliano, Scandicci e Novara, si sono svolte delle tre giorni molto intense di partite in cui le varie squadre hanno potuto sfidarsi sul campo in massima sicurezza. Queste “Bolle” hanno evitato alle formazioni gli abituali viaggi in giro per l’Europa per raggiungere i paesi dove svolgere le partite. I gironi di ritorno si giocheranno fra fine gennaio e inizio febbraio.

Pool maschili

Sono quattro le squadre della nostra Serie A che si sono qualificate per giocare per uno dei trofei più ambiti. Dal taraflex ottimi risultati sono arrivati per Trento che, nonostante una situazione molto difficile a livello di squadra con entrambi i palleggiatori out causa Covid-19, è riuscita a portare a casa il punteggio pieno, e per Modena, che dopo un periodo buio costatogli quattro sconfitte consecutive in campionato, è riuscita a vincere tutte le gare. Piccola nota a margine per quanto riguarda i ragazzi di coach Giani: tra le squadre affrontate, l’esordio in Champions è avvenuto con la sfida contro la squadra russa del Kemerovo dell’ex Ivan Zaytsev. Una vera e propria sfida nella sfida, che si ripeterà anche a febbraio al Palapanini; nello stesso girone di queste due squadre c’è anche la squadra allenata da un altro italiano, Andrea Anastasi.
Hanno avuto invece la coincidenza di ritrovarsi nello stesso girone la Cucine Lube Civitanova e la Sir Sicoma Monini Perugia: l’esordio dei due team è coinciso con il derby tutto all’italiana, da cui ne è uscita vincitrice Civitanova. In questa pool la corsa al primo posto è ancora aperta: le due italiane sono rispettivamente uscite con due e una vittoria ciascuna.

Pool femminili

Anche  per quanto riguarda le ragazze,  le squadre qualificate nei gironi di Champions sono quattro; i gironi d’andata che le hanno coinvolte si sono giocati tutti in Italia. Savino del Bene Scandicci e Unet E-Work Busto Arsizio, entrambe nella Pool A, si sono ritrovate a giocare un vero e proprio derby dove a spuntarla è stata la squadra di Scandicci, che poi ha chiuso la tre giorni di partite con tre vittorie consecutive. Discorso diverso per le ragazze di coach Fenoglio  che hanno chiuso il girone con un momentaneo terzo posto. Continua invece la serie di vittorie di Conegliano che anche in campo internazionale sta dimostrando la sua competitività: le pantere hanno saputo vincere tutte le gare con un punteggio di 3-0, e non hanno permesso ad alcuna squadra di raggiungere i 20 punti in un set. A fine gennaio spetterà loro il girone di ritorno in Francia.
Un’ottima prova di squadra anche quella messa in campo dall’Igor Gorgonzola Novara che ha chiuso la propria pool al primo posto, con tre vittorie su tre partite disputate e 8 punti totali.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook