Titoli di coda sul calciomercato. Chi è la regina della sessione?

Titoli di coda sul calciomercato. Chi è la regina della sessione?
(Fonte: inter.com - editing g2r)

La sessione estiva del calciomercato è finalmente giunta al termine; tra colpi di scena, partenze importanti, arrivi last minute cerchiamo di analizzare le rose del campionato di calcio 2020/2021.

Atalanta: gli orobici non sono più una novità della Serie A, il lavoro fatto da Gasp negli ultimi anni sta portando alla luce i suoi frutti, in tre giornate i bergamaschi sono a punteggio pieno con ben 13 reti messe a segno. Il nome in uscita da segnalare è sicuramente quello di Castagne, direzione Premier, il belga è stato però prontamente sostituito dall’ex Valencia Cristiano Piccini. In Premier League finisce anche Traore Diallo, per 21 mln in direzione Manchester United. In entrata troviamo due nomi interessanti: Sam Lammers, punta olandese già andata in rete contro il Cagliari e Miranchuk, il russo è fermo ai box per un infortunio alla coscia da agosto ma il suo rientro è previsto dopo lo stop per le nazionali.

Voto: 7.5

Benevento: guidata da Filippo Inzaghi, la compagine campana si riaffaccia al campionato di massima serie senza grosse cessioni ma con giocatori d’esperienza: Iago Falque, Caprari e Lapadula vanno a rinforzare il reparto offensivo, sulla mediana Dabo e Ionita mentre in difesa, dopo l’esperienza al Monaco, torna in Serie A Glik.

Voto: 7

Bologna: due rinforzi da segnalare, entrambi sulle fasce: il primo è De Silvestri, arrivato alla corte di Sinisa da svincolato mentre l’altro è il diciottenne scozzese Aaron Hickey, già schierato due volte in campo contro Parma e Benevento.

Voto: 5.5

Cagliari: il sogno era Nainggolan ma il mercato in entrata dei sardi non è andato affatto male, sono stati riscattati sia Rog dal Napoli sia Simeone dalla Fiorentina e sicuramente l’arrivo di Godin dall’Inter dà qualche sicurezza in più a Di Francesco in difesa. A centrocampo arriva Marin, rumeno che ha convinto poco in Olanda ma dalle buone potenzialità mentre la sorpresa potrebbe essere l’ex viola Sottil in attacco.

Voto: 6.5

Crotone: fa le valigie Maxi Lopez, lo scorso anno solo una rete in 14 partite, al suo posto arriva dal Parma Siligardi. In entrata tra i nomi da segnalare ci sono l’ex Napoli Luperto, Djidji e lo svincolato Cigarini.

Voto: 5.5

Fiorentina: le voci circolavano da tempo e durante l’ultimo giorno di mercato, contestato da un intera tifoseria, Chiesa lascia Firenze per vestire la maglia della Juventus. Il vuoto lasciato in attacco da Chiesa viene riempito dall’ex Napoli Callejon ma la vera marcia in più della viola dovrebbe essere nella linea mediana con il ritorno di Borja Valero, l’arrivo dello svincolato Bonaventura e di Amrabat reduce da una stagione sopra le righe con la maglia dell’Hellas.

Voto: 6

Genoa: i nomi da segnalare sono principalmente tre: Luca Pellegrini, l’ex giallorosso dopo un anno a Cagliari viene girato in prestito dalla Juventus ai liguri per cercare minutaggio, Zappacosta (già in rete contro il Crotone) e Pjaca.

Voto: 5,5

Hellas Verona: per Juric non sarà un anno facile, troppi tasselli dell’undici dello scorso anno sono stati venduti e gli acquisti sono in gran parte delle incognite. La sorpresa è sicuramente l’arrivo di Kalinic in cerca di riscatto dopo una stagione con pochi acuti tra le fila della Roma, in difesa dopo la partenza di Kumbulla e Rrhamani le speranze sono in gran parte sul buon rendimento del turco Cetin. A centrocampo di nuovo c’è l’esperienza di Benassi e Barak mentre in attacco a fare coppia con Kalinic ci sarà Favilli in arrivo dal Genoa.

Voto: 5

Inter: la squadra allenata da Conte è sicuramente  candidata a lottare per lo scudetto, pochissime cessioni ed una campagna acquisti mirata. In uscita oltre a Godin c’è da annotare la partenza di Candreva, l’ex biancoceleste si trasferisce a Genova, sponda blucerchiata. In entrata invece pochi esperimenti e tanta esperienza: Sanchez viene riconfermato dopo la scorsa stagione e rientrano a Milano sia Naingollan che il fresco campione d’Europa Perisic. In difesa Conte potrà contare sia su Kolarov, in uscita dalla Roma, sia su Darmian mentre dal Barcellona, a portare sostanza al centrocampo, la Serie A ritrova una vecchia conoscenza: Vidal. Probabilmente il vero colpo chiuso dall’Inter è però il ventunenne Hakimi, arrivato dal Real per 40 milioni, il marocchino in sole tre partite ha già siglato la sua prima rete contro il Benevento e servito due assist.

Voto: 8

Juventus: fuori Sarri dentro Pirlo, non è una bomba di mercato ma sicuramente una notizia non da poco. Pjanic ha fatto le valigie per Barcellona, al suo posto è arrivato Arthur; le doti del centrocampista bosniaco abbiamo avuto modo di notarle nel corso degli anni, al momento il brasiliano ha collezionato solo 32 minuti in tre partite…poco tempo per capire chi ha fatto il colpo di mercato tra Barça e Juventus.  Per abbassare il monte ingaggi fuori Higuain e Matuidi, entrambi con destinazione Inter Miami, Rugani e De Sciglio finiscono in Ligue 1, il centrale al Rennes ed il terzino al Lione mentre Douglas Costa torna in Baviera, destinazione Bayern. In attacco non è arrivato né Dzeko né Milik (attualmente fuori rosa dal Napoli) ma il versatile Morata, capace di ricoprire quasi tutti i ruoli in fase offensiva quindi utile al modulo di Pirlo. Oltre agli innesti di McKennie e Kulusevski (già in rete nella partita contro lo Samp) nell’ultima giornata approda in bianconero Chiesa.

Voto: 8.5

Lazio: Simone Inzaghi non perde pedine fondamentali del suo scacchiere, a lasciare Formello infatti sono solo Lukaku e Jony ma anche in entrata non ci sono stati grandi colpi. Dalla Premier arrivano Andreas Pereira, Reina e Hoedt (in rientro dal prestito), la vera sorpresa potrebbe essere Muriqi, l’attaccante kosovaro nella scorsa stagione è andato in rete ben 15 volte in 32 presenze.

Voto: 6

Milan: chiusa definitivamente la tarantella Paqueta (al centro di voci di mercato già da tempo) con destinazione Lione, a lasciare Milanello sono solo Biglia e Bonaventura, entrambi a fine contratto. Sempre dal Lione arrivano alla corte di Pioli Kalulu ed il secondo di Donnarumma, Tatarusanu. Sandro Tonali corona il suo sogno di vestire la maglia rossonera dopo la gavetta fatta tra le fila del Brescia e a dar manforte ad Ibra arrivano Brahim Diaz dal Real e la giovane promessa norvegese Hauge.

Voto: 7

Napoli: le trattative per Petagna e Rrhamani erano già state chiuse durante la finestra di gennaio quindi i veri colpi estivi per la compagine partenopea sono principalmente due: Bakayoko (accostato inizialmente al Milan) e Osimhen, il nigeriano è costato 70 milioni più 10 di bonus ed è entrato già nel tabellino marcatori nella partita contro il Genoa. In uscita lo svincolato Callejon si è accasato alla Fiorentina ed Allan è volato alla corte di Ancelotti in Premier, De Laurentis ha però un separato in casa: Milik, il polacco è in scadenza contratto e con molta probabilità potrebbe essere venduto a gennaio ad un costo inferiore a quello del suo cartellino, Roma e Juventus tra le probabili acquirenti.

Voto: 6.5

Parma: gli emiliani perdono Kulusevski, Caprari e Darmian mentre il vero nome in entrata è probabilmente solo Liverani al quale spetta il compito di raggiungere la salvezza senza troppe complicazioni.

Voto: 5

Roma: fare mercato senza DS è sicuramente una cosa complicata ma i giallorossi sono riusciti a: trovare un possibile vice Dzeko, Borja Mayoral, riscattare Smalling (una trattativa dai tempi monumentali e con svariati tira e molla da parte dello United), prendere Kumbulla dall’Hellas e accaparrarsi lo svincolato Pedro.

Operazioni buone anche in uscita: Perotti lascia Trigoria per andare in Turchia, in Bundesliga si trasferiscono sia Kluivert (Lipsia) che Schick (Leverkusen), Kolarov vola da Conte mentre sia Bianda che Coric giocheranno in Eredivise.

Voto: 7

Sampdoria: Ferrero conferma Ranieri in panchina e rinforza la squadra, Candreva e Keita si ritrovano nella stessa squadra per l’ennesima volta mentre per la regia di centrocampo il nome da tenere d’occhio è quello di Adrien Silva. Al Torino vengono ceduti Murru, Bonazzoli e Linetty mentre Vieira vestirà dalla maglia del Verona.

Voto: 6.5

Sassuolo: nulla di importante da segnalare in uscita mentre in entrata, oltre a Maxime Lopez, attenzione al giovane Schiappacasse in arrivo dall’Atletico Madrid.

Voto: 6

Spezia: Italiano perde Scuffet ma al suo posto tra i pali ci sarà Rafael; per la salvezza i liguri hanno puntato su poche incognite e più certezze, dal Cagliari infatti arrivano Farias e Deiola, in difesa si punta su Sala e Chabot mentre per l’attacco torna in serie A Verde dopo la parentesi greca all’Aek Atene.

Voto: 6.5

Torino: Gianpaolo scomette su Bonazzoli, in arrivo dalla Samp, come spalla di Belotti e sugli assist di Gojak che va a prendere il posto del partente Iago Falque. I rinforzi di maggior spessore per i granata sono probabilmente tutti sui terzini, oltre a Murru infatti è arrivato anche l’ex rossonero Rodriguez.

Voto: 6.5

Udinese: tolto Bonifazi in arrivo dalla Spal i rinforzi di qualità arrivano tutti dal Watford, oltre all’ex Pussetto arrivano ad Udine Pereyra e lo spagnolo Deulofeu. Tra i partenti invece troviamo Seko Fofana, l’ivoriano ha infatti accettato il trasferimento in Francia tra le file del Lens.

Voto: 7

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook