CALCIO PARALIMPICO, TAVOLO TECNICO PER PASSAGGIO COMPETENZE A FIGC. PRESENTI PANCALLI E GRAVINA

CALCIO PARALIMPICO, TAVOLO TECNICO PER PASSAGGIO COMPETENZE A FIGC. PRESENTI PANCALLI E GRAVINA

Si è tenuto a Roma, presso la sede del Comitato Italiano Paralimpico, il primo incontro del tavolo di lavoro sul calcio paralimpico che deve affrontare tutti gli aspetti tecnici riguardanti il trasferimento delle attività attualmente gestite dalle diverse Federazioni Sportive Paralimpiche alla Federazione Italiana Giuoco Calcio, così come previsto dal Protocollo d’Intesa siglato dal CIP e dalla FIGC. Alla riunione hanno preso parte il Presidente della Federazione Italiana Giuoco Calcio Gabriele Gravina, il Presidente del Comitato Italiano Paralimpico Luca Pancalli ed i rappresentanti delle Federazioni Sportive Paralimpiche FISDIR, FISPIC e FISPES coinvolte in questo percorso di riforma. Il calcio paralimpico è attualmente disciplinato in queste Federazioni Sportive Paralimpiche riconosciute dal CIP, a seconda della tipologia di disabilità e delle Federazioni Internazionali di riferimento. Obiettivo comune è la confluenza di tutte le attività calcistiche praticate da persone disabili all’interno della Divisione Calcio Paralimpico e Sperimentale.

“L’incontro , per il quale ringrazio ancora il Presidente Pancalli ed i rappresentanti delle Federazioni Sportive Paralimpiche che si occupano della nostra disciplina, è stata l’occasione per rinnovare la sensibilità e la disponibilità della FIGC verso il mondo paralimpico. Il calcio è uno, senza alcuna distinzione, per questo siamo impegnati nel completare questo processo ambizioso rispettando tutte le esigenze regolamentari, sportive e sanitarie. Grazie al contributo prezioso di Franco Carraro, pioniere del paralimpismo nel nostro Paese, vogliamo mettere il calcio a disposizione del movimento paralimipico perché ne riconosciamo la straordinaria valenza sociale e il grande impatto positivo in termini di contributo etico e di preparazione”. Così si è espresso il Presidente della FIGC Gabriele Gravina.

“Abbiamo avviato questo percorso consapevoli della complessità della sfida. Il calcio paralimpico è un mondo articolato, ricco di valori e competenze. Portare questa famiglia sportiva all’interno della FIGC rappresenta un salto di qualità per tutto il movimento paralimpico italiano. Oggi abbiamo aggiunto un altro tassello importante verso la realizzazione di un progetto che può diventare un modello di riferimento a livello internazionale. Ringrazio dunque il Presidente Gabriele Gravina per la sensibilità e l’impegno, Franco Carraro per l’entusiasmo e la disponibilità nonché la struttura amministrativa della FIGC e i Presidenti delle Federazioni paralimpiche coinvolte in questo processo per il prezioso lavoro messo in campo. Abbiamo schierato la migliore squadra possibile per trasformare un sogno in realtà”. È quanto dichiara Luca Pancalli, Presidente del Comitato Italiano Paralimpico.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook