Genova: Apocalypse now

L’acqua non scorre mica in su… ma forse certe leggi fisiche non le sanno o fanno finta di non saperle quando costruiscono case sul letto dei fiumi o addirittura sulle loro foci.  Ma che gli frega a loro dell’etimologia di Foce, se il Bisagno nasce a un tiro di schioppo, preoccupati come sono  a guardare soltanto l’orizzonte delle loro tasche.
    Grazie, grazie dei sei morti di Genova, grazie dello sfacelo alle Cinque Terre, grazie per quello che da anni, a cominciare dal crollo della diga del Vajont nel 1963, va succedendo puntualmente ogni anno  in Italia, disastri annunciati, prevedibili, arginabili. E ogni volta a piangere lacrime di coccodrillo, ad aprire “inchieste” sulle responsabilità. Ma che si inchiedono se ognuno fa il Ponzio Pilato.

    Invece di pensare alle Tav o al Ponte sullo Stretto di Messina, che è come comprare un mobile nuovo in una casa i cui muri sono pieni di crepe, provvedete a dare un assetto geologico ai territori più a rischio, a mettere in sicurezza le città con una minima e regolare manutenzione ai tombini. Sai quanti miliardi risparmiati in anni e anni di disastri, di frane, di morti. Solo in Italia succedono certe cose, un Paese con la cultura del superfluo, al necessario ci si pensa dopo. Ma la natura non aspetta che l’uomo diventi saggio, la natura si ribella all’uomo che “rovinerà la terra”, lo diceva la Bibbia.
    Ancora grazie per le giovani vittime della Liguria, grazie agli speculatori  immobiliari, grazie agli amministratori senza scrupoli che concedono le licenze edilizie, grazie ai faccendieri di turno, grazie a tutti coloro che si preoccupano soltanto di tenere ben salda la poltrona sotto il sedere.
    Così, le lacrime del dopo sono solo gocce nella fiumana delle acque che straripano prepotenti, quelle acque che pretendono, per inderogabile legge di natura, di scorrere su terreni accoglienti e non entro alvei resi refrattari dal cemento armato.

 

di Angela Grazia Arcuri

5 novembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook