Bassi livelli di ossitocina potrebbero essere la causa della depressione post parto

Bassi livelli di ossitocina potrebbero essere la causa della depressione post parto

La DDP (Depressione post-partum) colpisce una donna su cinque nel periodo post gravidanza con effetti silenziosi ma devastanti per le madri e i loro bambini. Sensi di colpa, insonnia ma anche mancanza di desiderio verso il proprio partner, sono soltanto alcuni degli aspetti sintomatologici che logorano la vita delle donne colpite da DDP.

Recentemente, uno studio condotto da diverse università americane – fra cui la Illinois Chicago University, Indiana Bloomington e la Virginia University – ha stabilito come l’ossitocina, l’ormone responsabile del legame materno come della gestione dell’emotività, giochi un ruolo di primaria importanza nella prevenzione e nella diagnosi patologica. Lo studio, pubblicato sulla rivista Frontiers in Genetics, ha esaminato oltre 14mila gravidanze nel periodo di gestazione che va dalle 7 alle 41 settimane, negli anni 1991 e il 1992. Dalla ricerca emerge infatti come, nelle donne in cui i livelli del gene recettore dell’ossitocina (OXTR) sono più bassi rispetto alla norma, si sia riscontrato un elevato rischio di contrarre il baby blues. “Sappiamo – spiega Jessica Connelly, autrice senior dello studio pubblicato – che le donne che hanno sperimentato la depressione prima della gravidanza sono a più alto rischio di sviluppare depressione post-partum. Ma – continua la studiosa – anche coloro che non hanno mai avuto la depressione possono contrarre questa malattia: i marcatori genetici che abbiamo identificato ci aiutano a diagnosticare la patologia in anticipo”.

In tutto il mondo le donne colpite da DDP sono oltre il 10% e, anche in Italia – secondo i dati del Ministero della Salute – la depressione post-partum grava sull’8-12% delle neomamme italiane. La ricerca in questione, attraverso lo studio effettuato sul dna, potrebbe quindi aiutare tutte quelle madri nella prevenzione e nel percorso terapeutico volto a vincere una patologia di importante incidenza sulla vita relazionale delle madri e delle loro famiglie.

di Redazione

31 luglio 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook