Eclissi solare, 20 marzo: tutti col naso all’insù per l’inizio della primavera

Eclissi solare, 20 marzo: tutti col naso all’insù per l’inizio della primavera

Eclissi solare, 20 marzo: tutti col naso all'insù per l'inizio della primavera
Eclissi solare, 20 marzo: tutti col naso all’insù per l’inizio della primavera

Equinozio di primavera, ma anche una romantica occasione per dedicare uno sguardo al cosmo celeste, che ci regalerà un altro dei suoi spettacoli: tutto in una sola notte, quella del 20 marzo 2015. È una data che simbolicamente rappresenta la “rinascita” poiché coincide proprio con l’apertura della bella stagione dei fiori, dei colori vivaci e della freschezza. Il giorno della primavera, dunque, che in Giappone viene riconosciuto come una vera e propria festività nazionale da calendario sin dal 1948, rappresenta una data molto interessante anche dal punto di vista scientifico. Dall’equinozio di primavera, l’ingresso dell’ora legale e l’eclissi solare.

Durante la giornata del 20 marzo 2015, infatti, la luna coprirà il sole su tutta l’Europa, senza fare esclusione per l’Italia intera, da Nord a Sud. L’eclissi totale vera e propria si potrà osservare, però, solamente da latitudini estreme. L’ombra della Luna seguirà il un percorso lungo il mare di Norvegia fino al mare di Barents, dall’arcipelago danese alle Svalbard. Su quelle isole per qualche minuto calerà la notte in pieno giorno. Scendendo verso sud l’eclissi diverrà parziale. Dalla nostra Italia gli orari dipenderanno dalla posizione geografica: a Roma la Luna inizierà il transito di fronte al sole attorno alle 9 e 24 e alle 10.31 sarà al suo massimo e vedremo una suggestiva falce luminosa. Tutto si concluderà alle 11:43. La magnitudine dell’eclisse oscillerà tra un valore minimo di 0,541 a Palermo e un valore massimo di 0,713 per chi osserverà da Milano. Con magnitudine si intende qui la frazione del diametro del disco solare coperta dalla luna durante la fase culminante dell’eclisse. Più il valore risulta alto, maggiore è la parte di disco solare oscurata dal disco lunare. Dunque, a Roma il sole verrà oscurato per il 53% del suo diametro, a Milano del 64%. È assolutamente sconsigliato osservare il sole ad occhio nudo, ma opportuno coprirsi gli occhi con un vetro da saldatore o con gli appositi occhialini che sicuramente faranno la loro comparsa negli esercizi commerciali in coincidenza dell’evento.

Le migliori osservazioni si possono fare con i telescopi dell’osservatorio più vicino a casa oppure collegandosi con il il sito del Virtualtelescope che trasmetterà in diretta streaming l’evento a partire dalle 9 e 15 del 20 marzo (ora italiana).

Non ci resta che augurarvi uno buono spettacolo e buon inizio di primavera!

Sonia Carrera

9 marzo 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook