Animali domestici: allungano la vita ai padroni

Uno studio condotto da alcuni ricercatori giapponesi della Kitasato University di Kanagawa è emerso che gli animali domestici aiutano a vivere meglio, e più a lungo, le persone affette da coronaropatia.
Dalla ricerca, pubblicata sulla rivista specializzata “American Journal of Cardiology”, si evince di come gli studiosi hanno abbiano monitorato 191 pazienti tra i 60 e 80 anni, con diabete, ipertensione o colesterolo alto nell’arco di 24 ore, circa 4 su 10 di loro aveva un animale.

Si è così appurato che la frequenza del battito cardiaco dei padroni dei animali domestici aveva una variabilità maggiore, di 50 millisecondi in più o in meno, il che significa che il loro il cuore è in grado di rispondere meglio alle esigenze del corpo, adattandosi alle situazioni
Sebbene non sono ancora chiari i motivi di questo risultato, i ricercatori ipotizzano che avere un animale riduca lo stress e faccia vivere più sereni.
Naoko Aiba, coordinatore dello studio ha spiegato che: “tra i pazienti con patologie alle arterie coronarie chi possiede un animale ha un tasso di sopravvivenza maggiore di un anno rispetto agli altri”.

Jessica Frasca

15 febbraio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook