Bere caffè quotidianamente previene il diabete di tipo 2

Secondo uno studio condotto da un team di ricercatori cinesi della Huazhong University of Science and Technology di Wuhan e pubblicato dal Journal of Agricultural & Food Chemistry, il consumo quotidiano di caffè inibirebbe lo sviluppo del diabete di tipo 2. Un consumo di 4 tazze al giorno di questa gustosa bevanda a quanto pare ridurrebbe il rischio di sviluppare la patologia del 50% e ogni tazza in più incrementerebbe questo dato del 7%. Il caffè infatti, grazie a tre principi attivi che lo compongono: la caffeina, l’acido caffeico e l’acido clorogenico,  avrebbe la peculiare capacità di inibire lo sviluppo dell’amiloide islet polipeptide (hIAPP), sostanza tossica e particolarmente attiva nello sviluppo del diabete di tipo 2.

Come già detto, affinché siano apprezzabili questi benefici, sostiene Ling Zheng, coordinatore dello studio, è necessario che il consumo di caffè sia quotidiano.

Una grande notizia per gli Italiani, i più grandi cultori del caffè al mondo,  che in questo modo scoprono un pregio inaspettato e salutare in una bevanda così tanto amata, ma attenzione è d’obbligo non cantar vittoria troppo in fretta, perché se da una parte è un toccasana per il diabete di tipo 2, sono molti gli esperti che sollevano dubbi sulle proprietà benefiche generali di questa bevanda. Oltre a tutte quelle patologie che impongono un uso limitato di caffè (come gastrite, reflusso, ulcera ecc..), sicuramente un consumo eccessivo è sconsigliabile a prescindere e potrebbe portare a effetti collaterali immediati come ansia, cefalea, insonnia, irritabilità tachicardia. La quantità consigliata dagli esperti in una dieta equilibrata è quella di tre caffè al giorno anche se con l’uso abituale si stabilisce una certa tolleranza e quindi la quantità può essere superiore.

Il caffè è sempre un piacere e magari sapere che mentre lo si beve si combatte anche il diabete rende il tutto più gustoso, ma attenzione, come si dice, il troppo stroppia e sopratutto badate allo zucchero!

Il diabete di tipo 2 è la forma di diabete più diffusa (circa il 90%) e si sviluppa tendenzialmente in età matura, le cause di insorgenza vengono ricercate sopratutto in fattori ereditari ma anche nello stile di vita.
La vita sedentaria, alimentazione scorretta e lo stress sono fattori che sicuramente incidono sullo sviluppo della malattia e se a un buon caffè si aggiunge anche uno stile di vita adeguato, sicuramente la prevenzione risulta decisamente più efficace.

12 gennaio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook