Herpes genitale: terapie non fermano il virus

Un vero e proprio allarme per la salute pubblica: il virus dell’herpes sta acquistando sempre più forza e risulta spesso difficile da debellare, inoltre quando è quiescente (ovvero si trova in uno stato di inattività) continua a crescere ed a rimanere per lungo tempo.

Secondo un recente studio condotto dall’università di Washington circa il 20% della popolazione americana ed europea è affetta da questo virus. I ricercatori americani hanno condotto inoltre degli studi su 113 pazienti effetti da herpes genitale, si è notato che quando, con l’uso di medicinali, l’herpes è ridotto a quiescenza, esso continua a replicarsi, ed è molto difficile fermare la sua azione.
Secondo Christin Johnston, autrice dello studio, per questo motivo sono necessarie nuove cure, in quanto questo è un problema ben più grave di quello che si pensa, in quanto spesso. Secondo la dottoressa: “La terapia non riesce a sopprimere il rilascio delle particelle virali nel tratto genitale. Dunque abbiamo bisogno di altre strategie terapeutiche e preventive per controllare la diffusione del virus. Si tratta di un problema di salute pubblica”.
Riusciremo a trovare un vaccino efficace in tempi brevi?

di Jessica Frasca

5 gennaio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook